Annunci

Attività storiche, la cartolibreria di Maria Pia nel centro di Atri dal 1958 ha venduto libri a tante generazioni di studenti

Un quaderno, una penna e uno zaino. E poi un libro, quello consigliato dal maestro o dal professore che lo scorso anno ne aveva suggerito uno di una casa editrice diversa, ma cambiando cattedra cambia anche il testo. E allora una lunga fila di pesantissimi volumi che spaziano dalla storia alla geografia, passando per la matematica, l’italiano e le scienze. Un infinito elenco simile a quello telefonico, con relativo esborso di denaro, a volte spropositato per le modeste economie di una famiglia. Per fortuna che c’è Maria Pia, per molti bambini alle prime esperienze con il grembiule scolastico, al secolo Mamma Pia.  La signora della cartolibreria, quella storica, in cui molte generazioni, compresa la mia, hanno fatto il pieno di tomi, voluminosi e colorati, al cui interno abbiamo lasciato il segno con una matita o una penna rossa, evidenziando, sottolineando una parte di essi. La signora Maria Pia era famosa quanto il sindaco in paese. Non c’era studente capace o poco abile a scuola che non avesse fatto tappa da lei, da quella donna che custodiva alle sue spalle il patrimonio scolastico del sapere e che a ogni tasca, grande o piccola che fosse, trovava una soluzione, con la fiducia che a suo tempo valeva più di una carta di credito o di una cambiale. I testi scolastici sono come i parenti, non te li puoi scegliere, quelli sono e basta. Secondo il grado di appartenenza alla classe o alla disciplina, i libri te li subivi e basta, senza soluzione di sorta. Era ancora estate e le mamme già iniziavano a prenotare da Maria Pia, unico riferimento sul territorio della didattica, i libri per l’anno scolastico successivo. Entusiaste della promozione dei pargoli, le genitrici facevano la spola tra  casa e bottega della signora  del sapere, cercando di capire che investimento occorresse per l’annualità accademica.  “Ti pago un po’ alla volta” era la frase con la quale esordiva la maggior parte delle acquirenti , davanti alla lista della spesa della cartolibreria, e lei, dietro al bancone sul quale sporgevano righe, mappamondi e carte geografiche, senza alcun problema di sorta rispondeva: “ facciamo come sempre, ci mancherebbe, ci conosciamo tutti”. La signora Maria Pia era quella da cui passavi spesso anche prima che suonasse il campanello della scuola, causa urgente necessità di acquistare una penna, rotta il giorno prima  mentre scherzavi con il tuo compagno di banco, o un quaderno a righe introvabile perché il maestro o professore ne aveva escogitata una delle sue, chiedendoti caratteri speciali. La bottega della famiglia  Centorame, il cui consorte di Maria Martella era Vincenzo, da poco scomparso, nacque nel lontano 1958, quando solo alcuni potevano permettersi il lusso di andare a scuola, e da allora non ha mai chiuso i  battenti nella storica sede di Via Roma al civico 7, a due passi dalla Scuola Elementare Umberto I° . Nel 2016 il timone è passato al figlio Giuseppe Centorame, che continua a servire, come facevano i genitori, la platea degli alunni. I quali sono cambiati e non portano più i grembiuli, come del resto è cambiato il mondo della scuola che si avvia, dopo l’esperienza pandemica , all’insegnamento digitale e talvolta a distanza, attraverso un computer o un tablet, con i professori che tengono lezioni da casa e gli alunni che, comodamente dal proprio letto, tra uno sbadiglio e l’altro, si connettono al docente di turno , senza passare per la cartolibreria ad acquistare l’occorrente. A pochi mesi dalla riapertura dell’anno scolastico, il cui destino è ancora incerto specie per le modalità di accesso nei plessi adibiti all’istruzione e allo svolgimento delle lezioni, resta la nostalgia di uno zaino dentro il quale c’era  il panino preparato dalla mamma, la cui carta puntualmente oliata, finiva per danneggiare la copertina del libro al seguito. Tra i ricordi della mia adolescenza conservo quei testi come cimeli di un’epoca che non tornerà mai più, tra una copertina piegata e intrisa di olio e una pagina con la scritta: acquistare nuovo libro da Maria Pia.

Annunci

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Annunci
Annunci
Annunci
Annunci
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: