Fontanelle del centro storico di Atri, patrimonio da conservare. Le poche rimaste sono bersaglio di vandalismo

Storiche, artistiche, belle, sono le nostre fontane che sopravvivono ancora nella nostra città, in particolar  modo nel centro storico cittadino. Sopravvivono a ogni intemperia del tempo, alla ignoranza di chi ci scrive sopra, le imbrattano e talvolta ne fanno bersaglio di atti vandalici, senza sapere quanta storia sgorga da esse, testimoni del tempo, di avventure e di corse che da ragazzi facevamo per poi rifocillarci nell’acqua limpida da cui attingevamo freschezza e forza per ripartire nuovamente nella nostra infinita vitalità nel gioco. Quella che si trova dietro la Cattedrale dell’Assunta è una fontana rarissima per bellezza e arte, ornata da una straordinaria cornice sovrastante che la rende quasi inaccessibile a chiunque. Sembra essere una fontana dove in passato, presumibilmente, si avvicinavano a bere solo pochi eletti. La sua imponente struttura e la sua bellezza fanno di essa, o farebbe di essa se fosse curata al meglio, una vera e propria dimostrazione del passato ricco e prestigioso della nostra città. Ma anche le altre non sono da meno, come quella posta a ridosso del Palazzo Ricciconti,  o quella nella via principale Umberto 1° di accesso alla città, così come l’altra a due passi dalla Chiesa Santuario di Santa Rita, dove i tanti, in occasione della festa del 22 Maggio accorrevano a bere e riempire le bottiglie d’acqua per refrigerarsi. La nostra acqua è ancora buona, almeno da quanto ci risulta, e approcciare la nostra bocca ad una di queste fontanelle ci fa tornare  indietro nel tempo, ci fa sentire giovani e assaporare la freschezza del tempo passato ma mai domo.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: