Laboratori, corsi e attività nelle botteghe e nelle scuole. Il Progetto GINS prosegue nel teramano per combattere la povertà educativa

Laboratori, corsi e attività nelle botteghe e nelle scuole. Il Progetto GINS prosegue nel teramano per combattere la povertà educativa

Il progetto prevede quattro linee di intervento. La prima si chiama Botteghe di identità territoriale, con quattro botteghe per l’identità territoriale come spazi accessibili e creativi, dotate di attrezzature, tecnologie e servizi di supporto per vari laboratori e attività di supporto scolastico per ragazzi dai 14 ai 17 anni. La seconda prevede il Sostegno Psicosociale all’interno di quattro scuole del territorio al fine di integrare e potenziare i servizi di sostegno psico-sociale per genitori e minori con laboratori sulla domanda di senso, di apprendimento e orientamento, con lo sportello di ascolto e con interventi educativi rivolti a genitori e docenti. La terza linea di intervento è Scuole Aperte, con campus estivi durante i quali i ragazzi potranno seguire laboratori musicali, praticare sport anche alla presenza di testimonial, (come successo con Stefano Maniscalco pluricampione del mondo di karate e Emanuele Bruno vicecampione europeo di Judo) con l’apertura delle strutture scolastiche coinvolte in orari extracurricolari come presidio territoriale permanente per combattere l’abbandono scolastico e la povertà educativa, spazi nei quali svolgere laboratori sportivi e musicali. La quarta linea di intervento è Comunità educante, con l’obiettivo di ri-attivare la comunità educante, attraverso la realizzazione di incontri informativi, di laboratori di parent training, di attività di animazione, e attraverso la sperimentazione della dote di comunità con laboratori esperienziali di bioenergetica e mindfulness, e di parent training, con attività di animazione per adolescenti e famiglie e la sperimentazione della dote di comunità che consiste in un voucher da assegnare alle famiglie in stato di bisogno per incoraggiarne la partecipazione a attività culturali, formative e ricreative e per l’acquisto di servizi utili alla crescita e alla formazione degli adolescenti.

Tra le iniziative in corso negli Istituti Scolastici coinvolti (Liceo Saffo di Roseto degli Abruzzi, il Liceo Milli di Teramo, l’Istituto Crocetti Cerulli di Giulianova e il Liceo Grue di Castelli) ci sono dei campus sportivi a cura dell’ASD Valle Del Vomano e del CSI di Teramo; uno sportello di ascolto e laboratori di orientamento e di apprendimento a cura della Cooperativa Consorzio Futura, oltre a laboratori nelle classi con percorsi di orientamento personale e professionale rivolto ai docenti a cura dell’Associazione di Promozione Sociale Studenti&Futuro. Per il 2023 sono tante le attività previste in questi istituti scolastici, in particolare corsi di Musica d’insieme a cura dell’Associazione Orchestra Contemporanea; percorsi di rafforzamento delle competenze genitoriali, percorsi formativi di team working e team building tra docenti e servizi sociali territoriali a cura di Studenti&Futuro.

Nelle botteghe di Teramo, Roseto degli Abruzzi, Martinsicuro e Cellino Attanasio sono tante le attività avviate, tra questi corsi di musica a cura dell’Associazione Orchestra Contemporanea; supporto scolastico a cura dell’Associazione Il Meglio di Te; il laboratorio “Impara l’arte e mettila da parte” a cura dell’Associazione Genius Loci e il laboratorio di comunicazione culturale “Raccontami del tuo territorio” a cura della Cooperativa VIRATE. Nel 2023 nelle botteghe partirà il laboratorio “Patrimonio culturale digitale in Abruzzo” a cura di Wikimedia e i laboratori di Parent training, bioenergetica e mindfulness a cura della Cooperativa Consorzio Futura.

Lavocedelcerrano

Direttore Responsabile e Fondatore del Giornale " la Voce del Cerrano"

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: