Incidenti stradali, nel 2020 la provincia di Teramo ha registrato 14 vittime e 799 feriti

Sono stati pubblicati i dati ACI-ISTAT relativi agli incidenti stradali avvenuti nel 2020. In estrema sintesi, è evidente il forte condizionamento dovuto al lungo periodo di lockdown, anche se forse per alcune voci ci si sarebbe aspettato qualche ulteriore miglioramento rispetto al passato. Entrando più nel particolare, in Abruzzo gli incidenti registrati nel 2020 sono stati 2.205 contro i 3.160 del 2019, i morti 59 (-19), i feriti 3.090 (-1.558). Nella Provincia di Pescara gli incidenti sono stati 660 ( -186, -22%), i morti 14 (+1, +7,7%), i feriti 856 (-294, -34,34%). Come si nota facilmente, nel 2020 nella nostra Provincia vi è stato un decesso in più rispetto al 2019. Entrando ancor più nel particolare, si evidenzia che il maggior numero di incidenti si è verificato su “strada urbana” (478 su 660) e di questi ben 80 hanno interessato l’investimento di un pedone; sono invece 257 gli urti fronto-laterali. Stesso discorso vale anche per i feriti, il cui numero maggiore (593) è sempre per incidenti avvenuti all’interno dei centri urbani. Per quel che riguarda il fenomeno “monopattini”, nel 2020 gli incidenti che hanno visto coinvolti questi mezzi elettrici sono stati complessivamente 9. In provincia di Teramo gli incidenti sono stati 577 con 799 feriti  e 14 morti. Male per i pedoni che registrano 50 feriti e 3 morti. mentre i ciclisti rimasti feriti sono 58 senza alcun decesso. Altro dato interessante, nella provincia pescarese, è che il maggior numero di incidenti ed il maggior numero di morti si ha su strade “rettilinee”, dove evidentemente la velocità è la causa più frequente. La giornata della settimana con il più alto numero di incidenti ed il maggior numero di feriti è il venerdì, in particolare dalle ore 14,00 alle 17,00. Infine l’analisi ACI-ISTAT ha stimato per l’anno 2020 anche i costi sociali dell’incidentalità espressi per abitante pari a € 203,50 per abitante nella provincia di Pescara, il dato più elevato fra le quattro province della regione

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: