I Rotary Club Teramo Est e Centenario donano computer e buoni spesa per le famiglie in difficoltà

Tre tappe per tre sedi diverse ma ugualmente importanti per il ruolo che esse rivestono nei rispettivi  comuni di appartenenza e per lo scopo della “missione rotariana” . Si riassume così il cammino prenatalizio del Rotary che,  con i Club Teramo Est e Centenario, hanno donato buoni spesa con carte prepagate, attrezzature di informatica per la didattica  a distanza e la consegna di coupon per il valore di 1000 euro nella comunità giuliese. Primo appuntamento a Scerne di Pineto, all’interno della casa “Madre Ester” nella giornata di lunedì 21 Dicembre, dove i presidenti di Teramo Centenario, la professoressa Stefania Nardini e l’avvocato Gianfranco Cocciolito, al vertice del Teramo Est, hanno donato all’istituto Casa Famiglia 2 computers di ultima generazione per gli studenti  al fine di poter seguire le lezioni a distanza, per un valore commerciale dei beni pari a  1300 euro. Nella giornata successiva, i due presidenti, accompagnati dalle delegazioni dei rispettivi club, hanno donato, nelle mani del primo cittadino di Giulianova, Iwan Costantini, la somma di 1000 euro in controvalore di  20 buoni acquisto Conad con taglio di 50 euro cadauno  per famiglie in difficoltà. Terza ed ultima tappa nella sede Vescovile di  Teramo, alla presenza di Mons. Lorenzo Leuzzi, Vescovo della Diocesi Teramo-Atri, per il mezzo del quale hanno consegnato alla Caritas diocesana carte prepagate per un valore di euro 1200 da distribuire alle persone che versano in gravi condizioni contingenti a causa della crisi sanitaria in corso. I fondi oggetto delle consegne avvenute in questi giorni- spiega Alberto Borreca- al seguito della delegazione, sono il frutto di quanto raccolto in occasione del 3° raduno automobilistico  “ARACI”  che si è tenuto in Abruzzo la scorsa estate e organizzato dai due sodalizi rotariani.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: