Atri, due commercianti del centro recapitano le letterine dei bambini a Babbo Natale

Un Natale diverso dagli altri che rischia di passare in sordina, tra i colori delle regioni che cambiano continuamente e restrizioni varie che sono  talmente severe da impedire anche ai più piccoli di raggiungere i nonni, da sempre visti come la figura naturale del Babbo Natale che nelle ore che precedono il giorno di festa depone il regalo sotto l’albero all’interno dell’abitazione. Ma quest’anno non andrà così e allora alcuni commercianti di Atri, come Annamaria Ciancaglione, titolare del negozio l’Aquilone e Luana Spezialetti titolare del negozio L’Albero Azzurro hanno deciso di offrire ai piccoli , nella centralissima via Umberto I°, una cassetta postale in cui imbucare letterine da recapitare all’omone gigante dalla barba bianca e dal cuore generoso, il quale  provvederà alla consegna del regalo richiesto. Così anche quest’anno i sogni nel cassetto dei tanti bambini potranno essere realizzati, almeno sino al 23 Dicembre, atteso che il 24 non sarà possibile aprire le attività commerciali per le note disposizioni antivirus su tutto il territorio nazionale.  Tra le tantissime richieste pervenute nella cassetta allestita per l’occasione c’è ne una che ha colpito tutti: Babbo Natale, manda via il virus! Un desiderio che la dice lunga di come, anche i piccoli, stanno vivendo questa pandemia che li ha relegati in una condizione di precarietà e di limitazioni, anche affettive. L’iniziativa delle due commercianti è stata molto apprezzata dai genitori che si sono recati in tanti nelle due attività a far consegnare la letterina con il desiderio dei figli e nipoti  per la notte di Natale. Un segno di fiducia e speranza, per chi, con gli occhi di un bambino, guarda al domani come il regalo più bello della vita: tornare a vivere!

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: