Discarica di Santa Lucia, la Regione revoca la D’Alessandro e nomina il nuovo commissario

Se il Tribunale Amministrativo Regionale dell’Abruzzo lo scorso 23 Ottobre con la sentenza aveva accolto il ricorso della ex commissaria del Consorzio Piomba Fino, Laura D’Alessandro, contro la nomina del neo dirigente  Nico Carusi, scelto dall’Ente regionale, rimettendo in sella l’architetto di Vasto, l’odierno provvedimento del Governatore della Regione Abruzzo, Marco Marsilio, ha decretato ufficialmente la fine della partita.  L’ordinanza di revoca della D’Alessandro e la contestuale nomina del nuovo Commissario Straordinario del Consorzio, il Dott. Dario Ciamponi, classe 1968 di Teramo, segna una svolta anche sul piano politico, come dichiara il consigliere regionale della Lega, Emiliano Di Matteo, tra i primi a sostenere la battaglia contro l’ampliamento del sito di Santa Lucia. “Finalmente è stato messo un punto di non ritorno alla estenuante vicenda tra la Regione Abruzzo e la commissaria D’Alessandro”, commenta l’esponente della Lega, il quale aggiunge che la “ D’Alessandro, nonostante il parere contrario degli uffici regionali del VIA ( Valutazione Impatto Ambientale) che aveva espresso parere contrario motivando dettagliatamente il parere come territorio non idoneo alla costruzione del terzo invaso, questa si era ostinata al punto di proporre ricorso contro la stessa Regione Abruzzo e il Comune di Atri”. Un gesto, spiega Di Matteo, che ha dell’inverosimile, atteso che la sua nomina era in capo alla Regione Abruzzo alla quale doveva rispondere, nell’esclusivo interesse della salute della comunità della frazione di Atri che vive a ridosso della discarica. Ora, prosegue il consigliere regionale, dobbiamo lavorare per rivedere il piano regionale dei rifiuti e arrivare al più presto alla bonifica della Discarica di Santa Lucia, per la quale, in molti tra gli abitanti, si sono ammalati di varie patologie gravissime. L’operazione della revoca della ex commissaria è il frutto di una lavoro certosino e puntuale degli uffici dell’assessorato al ramo, conclude Di Matteo, e grazie all’assessore Nicola Campitelli, con il quale ho lavorato assiduamente, è stato possibile pervenire a questa conclusione. Anche l’assessore all’ambiente del Comune di Atri, Mimma Centorame, accoglie con soddisfazione il provvedimento del Presidente Marsilio e ringrazia l’assessore Campitelli e il consigliere Di Matteo per aver tenuto fede all’impegno assunto pubblicamente in occasione della seduta del consiglio comunale. Un passo importante-sottolinea la Centorame- verso l’obiettivo di una definitiva cessazione dell’impianto per il quale continuerò a battermi.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: