Consorzio Rifiuti, ecco l’ordinanza del TAR che ha bocciato la nomina di Nico Carusi

E’ del 21 Ottobre  scorso l’ordinanza collegiale dei giudici del Tar  abruzzese , la numero 206, con la quale bocciano la nomina del nuovo commissario Nico Carusi, in quota Lega, voluto dal Presidente Marco Marsilio. Nel provvedimento i giudici amministrativi spiegano le motivazioni dell’accoglimento del ricorso della ex commissaria, oggi tornata a pieno regime nel suo ruolo, scrivendo quanto segue: Considerato, ad un primo sommario esame, che la designazione del nuovo commissario straordinario appare, in effetti, derogare alla Deliberazione della Giunta della Regione Abruzzo n. 804/2016 richiamata nel gravato provvedimento, che prescrive di scegliere, a tal fine, fra i dirigenti e funzionari regionali, di enti e di società partecipate dalla Regione Abruzzo in servizio al momento del conferimento della nomina, ovvero di attingere ad un elenco di nominativi approvato con determinazione n. DPC/026/57, del 15.10.2015, successivamente aggiornato, del quale incontestatamente il nuovo commissario non fa parte; Ritenuto che non appaiono prima facie rinvenibili nel provvedimento gravato le motivazioni per le quali si è inteso derogare a tale espresso autovincolo; ritenuto di compensare le spese della fase cautelare;

P.Q.M.

Il Tribunale Amministrativo Regionale per l’Abruzzo (Sezione Prima), accoglie la domanda cautelare e, per l’effetto,

– sospende il provvedimento impugnato;

– fissa per la trattazione di merito del ricorso l’udienza pubblica del 10 febbraio 2021;

– compensa le spese della presente fase cautelare.

La presente ordinanza sarà eseguita dall’Amministrazione ed è depositata presso la segreteria del tribunale che provvederà a darne comunicazione alle parti.

Così deciso in L’Aquila nella camera di consiglio del giorno 21 ottobre 2020 con l’intervento dei magistrati:

 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: