Antenna di via Sanniti, Ferretti: le dichiarazioni di Basilico non corrispondono a verità. La replica di Basilico: il Sindaco ha la memoria corta

“Quanto riferito dal consigliere Paolo Basilico non corrisponde a verità. Non c’è stato alcun diniego da parte del Comune di Atri nell’accesso agli atti relativi all’antenna di via dei Sanniti. Difatti, dall’esame della documentazione agli atti del Comune, emerge che la richiesta di accesso agli atti in parola è stata evasa con la trasmissione degli atti all’indirizzo Pec del consigliere in data 11 agosto 2020 e non risulta pervenuta al protocollo dell’ente alcuna diffida relativa alla tematica”. Questo, in sintesi, il contenuto della lettera inviata in data  21 agosto 2020 al Prefetto di Teramo dal Sindaco di Atri, Piergiorgio Ferretti per chiarire la questione sollevata da Basilico sull’antenna di via dei Sanniti e sulla falsa accusa di un diniego da parte dell’ente nel fornire gli atti, diniego per il quale il consigliere ha chiesto un intervento del Prefetto. “Va detto – spiega il primo cittadino – che in questa vicenda Basilico dovrebbe vedere nell’Amministrazione Comunale un alleato e non un nemico da combattere. Questa accusa di mancato accesso agli atti è una mera menzogna aggravata dal creare un ingiustificato allarme per i cittadini. Il Comune è al fianco della popolazione che giustamente è preoccupata e che può contare sulla vicinanza dell’Amministrazione, che farà di tutto affinché non ci siano problemi sulla salute pubblica. Come ente nei prossimi giorni, infatti, chiederemo un intervento all’ARTA per comprendere a fondo le eventuali ripercussioni dell’antenna sulla salute pubblica, antenna che ha già avuto parere positivo dagli enti preposti (Arta e Asl). Il Comune non poteva bloccare la sua installazione, ma vigilerà sulla salute pubblica e porrà in essere tutte le azioni per tutelarla e per garantire la tranquillità dei cittadini dopo tutti i dovuti controlli”.  Non si fa attendere la replica di Basilico il quale scrive “che gli atti richiesti il 3 Agosto 2020  fossero inviati al mio  indirizzo pec personale del Comune, così come è sempre accaduto in quanto previsto dal regolamento del Consiglio Comunale, anche se la richiesta è stata inoltrata con la pec del gruppo di Abruzzo Civico. Tant’è che, non avendo ricevuto la risposta sulla mia pec del Comune,  ho inoltrato una diffida  in data 12 Agosto che, a differenza di quanto asserisce il Sindaco, è stata regolarmente ricevuta lo stesso giorno dell’invio alle ore 16.58.

Purtroppo Ferretti dimentica facilmente,- continua Basilico- per propria convenienza, che il sottoscritto ha collaborato su temi importanti per la nostra Città, così come dimentica quando l’ho ricevuto nella mia abitazione in più di una occasione per la questione del Commissariato di PS che avevamo quasi perso, nonostante le continue sollecitazioni fatte, per la soluzione della quale ho favorito un intervento verso un Parlamentare abruzzese che lo ha accompagnato a Roma presso i vertici della Polizia di Stato (non avendone neppure la gratitudine di ringraziarlo pubblicamente), oppure quando con tutte le opposizioni, abbiamo preso  iniziative importanti per lo sviluppo del  Comune di Atri, ma sempre bocciate. ( non vanno dimenticate le diffide dei gruppi di minoranza per chiedere un Consiglio Comunale sulla SS553, alla presenza dei vertici ANAS  e della Provincia di Teramo; idee innovative per il nostro Ospedale rimaste tutte lettera morta, ecc..)

 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: