Atri, l’imprenditore Carlo Sorrichio dona al San Liberatore attrezzature con la raccolta fondi promossa nella pandemia

L’imprenditore atriano Carlo Sorricchio, alla guida della società finanziaria Aceafin, nel mese di Marzo aveva lanciato una raccolta fondi a favore dell’Ospedale San Liberatore di Atri il cui impegno del personale era proteso nella direzione di contrastare il crescente fenomeno virale. Grazie alla numerosa partecipazione al suo appello, molti clienti e amici hanno donato 3600 euro il cui impiego è stato nell’acquistare una televisione, camici, mascherine, materassi e aste per flebo che questa mattina lo stesso Carlo Sorricchio ha donato al presidio ospedaliero della città.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: