Atri, Italia Nostra denuncia: lavori eseguiti alla fontana della Villa Comunale senza le autorizzazioni

Qualche anno fa, sulla scenografica fontana con zampillo, risalente all’inizio dello scorso
secolo, emblema della Villa comunale di Atri (Te) e posta in prossimità del suo Belvedere, sono stati eseguiti alcuni lavori che hanno apportato una serie di radicali modifiche al suo aspetto complessivo.
La scultura centrale in pietra, rappresentante due leoni, è stata privata della sua base
piramidale, formata da grosse pietre porose, che serviva, oltre che ad abbellirla, anche a coprirne la struttura portante in cemento. È stata, poi, sostituita tutta la sua componente idraulica con l’eliminazione dello zampillo centrale e con l’apposizione di una serie di getti sia periferici che centrali. È stata, infine, dotata di una nuova illuminazione ad intermittenza, vivacemente colorata, completamente al di fuori del contesto storico, urbanistico e architettonico in cui la fontana è collocata.
Come anche evidenziato dalla nota di riscontro trasmessaci dallo stesso Comune di Atri,  tali lavori sono stati eseguiti senza le prescritte autorizzazioni, richieste poichè l’intera area della Villa comunale, comprensiva quindi della fontana al suo interno, è soggetta ai vincoli imposti dal DM 23.01.2003.
Tanto premesso, chiediamo a codesta spettabile Soprintendenza di imporre al Comune di
Atri l’eliminazione di tutte le modifiche apportate alla fontana, rispristinando il suo stato quo ante, ai sensi della legislazione vigente in materia.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: