Banca Popolare di Bari, l’assessore Febbo: incomprensibile l’assenso dei sindacati al taglio del personale e sportelli in Abruzzo

Banca Popolare di Bari,  l’assessore Febbo: incomprensibile l’assenso dei sindacati al taglio del personale e sportelli in Abruzzo

Incomprensibile il fatto che i sindacati abbiano sottoscritto il piano di ridimensionamento presentato dai commissari della Banca Popolare di Bari i cui effetti, in fatto di esuberi e riduzione di filiali, si vedranno soprattutto in Abruzzo”. Questo il commento dell’assessore alle Attività Produttive Mauro Febbo che sottolinea come “inspiegabile è anche l’atteggiamento ricoperto dai due commissari che non hanno mai voluto rispondere alle mie missive per un incontro e discutere sulle problematiche inerenti l’Istituto di credito. Ci auguriamo e auspichiamo che le forze di maggioranza che sostengono questo Governo intervengano nei confronti dello stesso per verificare che l’effettivo equilibrio territoriale sia stato rispettato. Infatti, è incomprensibile come delle novanta agenzie da chiudere circa il 50% ricadano proprio in Abruzzo così come gli esuberi erano sproporzionati anche rispetto a quanto accaduto con l’acquisizione prima di Caripe e poi di Tercas. Chiederemo – conclude Febbo – alle sigle sindacali abruzzesi di intervenire nei confronti delle sigle nazionali per richiedere una rivisitazione degli accordi per tutelare gli interessi degli abruzzesi

Marino Spada

Direttore Responsabile e Fondatore del Giornale " la Voce del Cerrano"

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: