Covid-19. Spesa Sorpresa, l’iniziativa di alcuni amici in sostegno delle famiglie di Atri bisognose

Si chiama “Spesa sorpresa” l’iniziativa nata dall’idea di Valentino Cambiotti e Claudio Petraccia, staff del Bar Jolly di Atri, i quali hanno deciso con Pierluca Castagna, dj e animatore molto noto in città, di realizzare una spesa intesa come una sorpresa inaspettata per sostenere tutte le persone che ne hanno bisogno, che per qualsiasi motivo, non possono essere aiutate con i canali istituzionali o con qualsiasi altra forma pubblica a sostegno del reddito, a seguito dell’emergenza Covid-19. Si tratta di un aiuto alle famiglie o a singoli, che un gruppo di amici, privati cittadini e attività commerciali, vogliono realizzare. Iniziativa, accolta favorevolmente dall’Amministrazione Comunale di Atri, consiste in una donazione di 700 euro da parte del Bar Jolly a delle attività commerciali di Atri individuate, le quali si sono rese disponibili ad aggiungere un ulteriore quota. Al momento sono tre gli esercizi che hanno aderito, ma se ne potranno aggiungere altri. In particolare si tratta di Despar, Salumeria degli Acquaviva e Ortofrutta Foglia di Atri. Queste realtà emetteranno dei buoni spesa che saranno messi a disposizione del Comune di Atri, Settore Sociale e per l’Integrazione e Pari Opportunità o a Associazioni e enti no profit, che si occuperanno in sinergia o per conto dell’Ente di aiutare concretamente le famiglie o le persone bisognose.

 

“Noi amici del Bar Jolly, – spiegano i promotori dell’iniziativa – abbiamo messo a disposizione 700 euro, per l’acquisto di buoni spesa, nelle attività aderenti. Fondi ottenuti da una raccolta Go fund me, a favore dell’emergenza Covid-19 o da donazioni private cumulative. Esaurita la somma totale disponibile in ciascuna attività, (quella messa a disposizione da noi promotori e dal negozio aderente), se necessario, provvederemo a una nuova raccolta fondi privata, per portare avanti il progetto. In alternativa o parallelamente a una nuova raccolta fondi, nei medesimi esercizi aderenti, ogni persona che andrà a fare la spesa, potrà lasciare al gestore o in un salvadanaio posto vicino alla cassa o al bancone, il costo di un prodotto di prima necessità, che poi il Comune potrà utilizzare come buoni spesa da distribuire a chi ne avesse bisogno. I buoni spesa verranno distribuiti dagli uffici preposti del Comune e con i criteri di ammissione propri dell’ente, consultabili sul sito, e verranno poi distribuiti a quanti ne abbiano necessità. Le attività Despar, Salumeria degli Acquaviva e Ortofrutta Foglia di Atri hanno già accolto l’iniziativa che abbiamo proposto loro e siamo pronti a farla partire con loro. Questi esercizi commerciali, al nostro budget spesa, hanno aggiunto ulteriori importi, donazioni di prodotti alimentari, che hanno accresciuto a cifra iniziale, quasi raddoppiandola. Queste prime attività sono attività-pilota, qualora altri esercizi volessero aderire possono contattare l’ufficio preposto dell’ente per aderire autonomamente con il loro personalissimo progetto. Sperando, che la spesa sorpresa, possa diventare virale, siamo convinti che il bene generi bene. Torneremo ad abbracciarci senza mascherina, a uscire, a respirare a pieni polmoni senza paura, tutti insieme”.

 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: