Atri, al fondatore dei Gruppi di Preghiera di Padre Pio la cittadinanza onoraria. “L’incontro con il Santo mi ha cambiato la vita”

Era l’anno 1929, l’anno della recessione economica mondiale, l’anno della grande crisi a cui oggi facciamo riferimento in termini di paragone con quella che dal 2009 ha devastato il mondo economicamente parlando. Crisi economica ma non vocazionale, come racconta la storia personale di Alessandro, quarto dei sette figli, nato a Guardiagrele il 17 Ottobre del 1929, in una famiglia modesta e con grande fede. Alessandro, più tardi divenuto Padre Guglielmo Alimonti, scelta del nome in onore del missionario in Africa Guglielmo Massaia,  nasce già con una vocazione speciale, quella di entrare da piccolissimo nel Convento dei Cappuccini  dove diventa presto un solerte chierichetto e vi trascorre quasi tutta la giornata . Il 18 Novembre 1944 entra ufficialmente nella famiglia dei Cappuccini nel seminario di Sulmona, sino alla vestizione del 24 Ottobre 1949. Qualche anno più tardi l’incontro che gli cambia la vita, quello con Padre Pio, il quale indicandogli come luogo di missione la città di Pescara gli dice: “stai lì e prega per me”.  Ecco come nasce il grade gruppo di preghiera Padre Pio, arrivato ad oltre 400 unità in tante città, e con base nella Basilica Santuario dedicata alla Madonna dei Sette Dolori  di Pescara Colli, dove Padre Guglielmo da oltre trent’anni celebra ogni mattina all’alba la Santa Messa. La sua vicinanza con la città di Atri è storica e assidua, e in particolar modo con la Parrocchia di San Gabriele dell’Addolorata, tanto da fargli conferire lo scorso 8 Novembre 2018, la cittadinanza onoraria, proprio per la “sua vicinanza alle persone più deboli e bisognose” si legge nella motivazione dell’alto riconoscimento. Cerimonia che ha visto la presenza di tantissima gente, oltre alle autorità locali e tutti i consiglieri comunali della città Ducale, ma che ha sancito e  rafforzato un legame storico tra una comunità e un uomo la cui missione è quella di portare ovunque e con ogni mezzo, il messaggio di pace e amore.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: