Atri, il M5S chiede accesso agli atti per verificare gli impianti sportivi del Centro Turistico Integrato.

La città di Atri, che ha ottenuto nel 2012 il prestigioso riconoscimento europeo di “European Town of Sport 2012”, è rimasta, negli ultimi anni, orfana di alcune importanti strutture sportive, crollate come castelli di carta a causa, si è detto, di eventi atmosferici. Attualmente la maggior parte delle attività sportive praticate da bambini e ragazzi atriani si svolge presso il palazzetto sportivo “Di Nardo Di Maio-Pasquali” del Centro Turistico Integrato. Si tratta di una struttura che possiede grandi potenzialità non sfruttate e che, purtroppo, non ottiene, da parte dell’Amministrazione, l’attenzione che merita.

Parliamo di sicurezza e di prevenzione: sono rispettate le normative vigenti in materia di prevenzione incendi? Qual è la situazione dal punto di vista della conformità impiantistica? Esiste un piano di evacuazione? La struttura ha un certificato di agibilità? Per avere risposta a queste domande ho presentato una richiesta di accesso agli atti per capire quale valore viene dato alla sicurezza di quanti frequentano l’unico palazzetto dello sport che, di fatto, sia a disposizione degli atriani.

Lo stato di incuria e di abbandono di alcune componenti impiantistiche, gli estintori non revisionati da anni sono davanti agli occhi di tutti e destano non poche perplessità ed inquietudini, anche in considerazione del fatto che sovente la struttura viene utilizzata per manifestazioni pubbliche e spettacoli.

Lo sport è un importantissimo strumento di crescita, aggregazione e socializzazione, che però deve aver luogo nel rispetto della sicurezza e dell’incolumità di quanti ne sono coinvolti.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: