Atri, l’ultimo saluto della città nella Chiesa di Santa Chiara a suor Carol Gentilozzi. Oggi pomeriggio messa nella chiesa dell’Assunta a Silvi Marina

Atri, l’ultimo saluto della città nella Chiesa di Santa Chiara a suor Carol Gentilozzi. Oggi pomeriggio messa nella chiesa dell’Assunta a Silvi Marina

Chiesa di Santa Chiara gremita di fedeli questa mattina per l’ultimo saluto alla giovane suor Carol Gentilozzi dell’omonimo monastero che si trova nel centro storico della città di Atri scomparsa all’età di 42 anni dopo una lunga malattia. La messa, officiata dal Vescovo della Diocesi Teramo-Atri, Mons. Lorenzo Leuzzi, è stata concelebrata insieme ai sacerdoti della città Ducale e della Parrocchia di Silvi, città in cui la suora era nata. Grande commozione di parenti, amici e semplici conoscenti che la religiosa aveva conosciuto sia prima dell’ingresso nell’ordine delle clausure che successivamente, facendosi amare per la sua proverbiale dote di comunicazione e affabilità. Una monaca giovane che parlava ai giovani, in tanti presenti all’ultimo abbraccio tra le mura di una chiesa nel quale si conserva ancora un sapore di grande fede e umiltà, come quella che aveva accolto nella sua vita lasciando ogni cosa. La famiglia, gli amici, la socialità e ogni altro aspetto della gioventù erano passati in secondo piano quando Carol aveva deciso di donarsi totalmente a Gesù, senza alcun sacrificio o rinuncia, ma nel pieno della gioia. Come ha ricordato il Vescovo Leuzzi nel suo discorso, sottolineando l’esempio della suora per l’intera collettività e per la gioventù in particolare. Oggi pomeriggio alle 15.30 nella chiesa di Santa Maria Assunta di Silvi Marina verrà celebrata una messa in suffragio per l’ultimo abbraccio dalla sua terra.

Marino Spada

Direttore Responsabile e Fondatore del Giornale " la Voce del Cerrano"

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: