Protocollo d’Intesa fra il Tribunale di Chieti, l’Inps Abruzzo, l’Inail Abruzzo e il Consiglio dell’Ordine degli Avvocati di Chieti

Protocollo d’Intesa fra il Tribunale di Chieti, l’Inps Abruzzo, l’Inail Abruzzo e il Consiglio dell’Ordine degli Avvocati di Chieti

In data 16 giugno 2022 è stato siglato il Protocollo d’Intesa fra il Tribunale di Chieti, l’Inps Abruzzo, l’INAIL Abruzzo e il Consiglio dell’Ordine degli Avvocati di Chieti, per la gestione del servizio di accertamento peritale nelle cause di invalidità civile e, in particolare, nel procedimento di Accertamento Tecnico Preventivo Obbligatorio (ATPO).
Si ricorda che in tutti i ricorsi giudiziari per l’accertamento dell’Invalidità Civile, Cecità, Sordità, Handicap e Disabilità, è obbligatorio per legge il c.d. Accertamento Tecnico Preventivo (ATPO), ovvero una fase giudiziaria di verifica del requisito sanitario, affidata al Consulente Tecnico d’Ufficio (CTU) nominato dal Giudice del Lavoro, in capo al richiedente che pretende il riconoscimento dell’Invalidità Civile.
Nel corso degli anni, è venuta a consolidarsi una prassi che, per un numero rilevante di visite in fase di ATPO, non ha consentito la partecipazione della parte medico-legale dell’INPS, in quanto le visite peritali sono state programmate spesso di sera, dopo le ore 17,00, o anche nei giorni di sabato, presso ambulatori privati, spesso distanti decine di KM e in orari a volte coincidenti con altre visite peritali; la suddetta prassi ha costituito pertanto un “vulnus” al principio, di alto valore giudico, del contraddittorio tra le parti in causa e dunque un “vulnus” al giusto e imparziale accertamento.
Il Protocollo siglato il 16 giugno u.s. ottimizza la tempistica degli accertamenti peritali dei CTU, designati dai Giudici del Lavoro del Tribunale di Chieti e facilita la partecipazione dei medici INPS, quali CTP (Consulenti Tecnici di Parte) dell’INPS, a detti accertamenti.
Con questo accordo, le visite peritali INPS saranno effettuate il lunedì, martedì, giovedì e venerdì, dalle 14:00 alle 17:00, presso i gabinetti medici dell’INAIL della sede di Chieti e, viceversa, le visite INAIL per infortuni sul lavoro saranno effettuate presso i gabinetti medici dell’INPS, con i medesimi orari e modalità.
Ciò permetterà agli Istituti previdenziale ed assicurativo di programmare gli accertamenti sanitari e di presenziarli, facendo valere le loro ragioni medico -legali, realizzando così il necessario contradditorio tra le parti, spesso in precedenza del tutto assente.
“Vorrei esprimere la mia profonda gratitudine“ dichiara il Dott. Luciano Busacca – Direttore regionale INPS Abruzzo ”al Dott. Guido Campli – Presidente del Tribunale di Chieti – per l’accordo raggiunto e, in particolar modo, alla Dott.ssa Ilaria Prozzo – Giudice del Lavoro – per l’impegno profuso e la Sua sensibilità istituzionale che ha consentito di dare piena e concreta attuazione al principio del contraddittorio, il quale non poteva essere il solo interesse di una parte (INPS), ma è interesse principale dello stesso Giudice che è chiamato alla sua funzione di affermare la Giustizia nel caso concreto. Auspico altresì che l’accordo raggiunto possa essere recepito e adottato anche dagli altri Tribunali della Regione Abruzzo, che a tale riguardo sono stati da tempo interessati della problematica e dai quali si attendono notizie.”   

Marino Spada

Direttore Responsabile e Fondatore del Giornale " la Voce del Cerrano"

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: