Atri, Sinistra Indipendente polemica sulle mancate celebrazioni dei 700 anni dalla morte di Dante

In una diffusa da Sinistra Indipendente di Atri, si richiama l’attenzione del Sindaco e dell’assessora alla cultura sulla assenza in città di iniziative culturali in occasione dei 700 anni dalla scomparsa del poeta Dante Alighieri.  Il comunicato la cui firma è di mario marchese, afferma di ” non capire  le ragioni, stante che ATRI si vanta di essere “Città d’Arte e di Cultura” (forse lo è stata), vantando anche numerose Istituzioni scolastiche superiori, classici e non, ed aveva anche una “prestigiosa  Facoltà Universitaria, famosa in Italia ed anche in Europa,  cioè la “Facoltà, il dottorato, in Diritto e Management dello Sport, altre ai Masters di specializzazione, nonché, la Scuola per Dirigenti Scolastici, unica in Abruzzo, e che queste Giunte succedutesi in questi anni, hanno volutamente  soppresso (per pochi spiccioli), a fronte di una “IMMAGINE”, invece, allora create da altre Giunte (da Basilico e Marchese), previa intuizione e volontà, del compianto Rettore dell’Università G. D’Annunzio di Teramo, il Prof. Magnifico Rettore, Luciano RUSSI”.   Università, e Corsi Universitari (compreso quello del Prof. AURITI, sulla “proprietà della moneta, e sul SIMEC”), che ha portato in Atri decine e decine di personaggi dello Sport, calciatori, Manager, giornalisti, oltre che Dirigente, e non ultimo l’attuale Presidente della FIGC, Gravina, che neè stato Docente e organizzatore con il Magnifico Rettore”. Ma di cosa parlo? E con chi parlo io?

Ritornando al problema che ponevo, sarebbe opportuno (mettendoci qualche dovuto soldo) che vi organizzaste con i Dirigenti Scolastici ed il Corpo docente degli Istituti Superiori di Atri, per organizzare un paio di giornate di studio, di interesse per gli alunni, studenti di questa città.

Chiedo troppo? E’ una iniziativa che non porta voti? Non fa nulla, il tutto va ad “ONORE della Città d Atri”,Atri Vetusta”, della sua storia trimillenaria al suo essere punto di riferimento culturale (ancora)  nel territorio. Non ci credete? Ma i Comuni dell’Hinterland invece si, ci credono ancora nel ruolo di Atri, già rivestito negli anni passati, nei secoli passati. Compreso sulla Sanità,  con il suo S. Liberatore (ovviamente Teramo e partiti permettendo).

Quindi, basterebbe poco, un incontro con i validi docenti  e dirigenti che abbiamo in queste nostre istituzioni scolastiche, che già si manifestano a livello Nazionale (ultimo a Venezia-Mestre, il nostro Liceo Illuminati, e relativi Dirigenti, hanno promosso specializzazioni e aggiornamenti per il mondo della Scuola, nell’Italia del Nord, oltre che a livello internazionale per le loro performance e progetti). Sono certo, che davanti ad un vostro interesse, direi logistico e di volontà politica-amministrativa, i medesimi aderiranno e faranno loro, il pro, ed il contro, per la riuscita della manifestazione. La Giunta deve garantire la logistica ed alcune spese, oltre che il dovuto interesse ed il patrocinio. Credo, sia il minimo “sindacale” che si possa fare e dare. Almeno credo, poi…fate vobis. 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: