Atri, sulla lapide nel cortile comunale la protesta di Sinistra Indipendente: non risponde al vero

In una nota Sinistra Indipendente di Atri torna sul tema della lapide posta all’interno del cortile comunale , scrivendo : leggo però, a giustificazione del loro operato, dico del Sindaco e della Giunta, che quella lapide era li, da oltre20 anni, tale da far giustificare una sua messa in sicurezza rialzandola di qualche metro e contro il muro, ovvero a bella vista.

    “NON  RISPONDE A VERITA’ QUESTA AFFERMAZIONE E GIUSTIFICAZIONE, Egregio Sindaco”. 

Detta lapide, come ho già detto con lettera del 21-9-2021, prot. n° 18195, che la stessa si trovava presso le scuderie del palazzo, in discreta posizione, e li doveva rimanere, almeno questo fino alla fine del mandato del 1° Astolfi, quindi, sul 2° Astolfi, è stato portato nel cortile, appena, 5-7 anni addietro, ovviamente nella indifferenza di tutti. Poi, al Sindaco Ferretti di astrazione socialista è venuto a mente, di renderlo visibile e creare il problema. Poi ancora, ed inoltre, questa giustificazione, non rende giustizia all’affronto che si è voluto fare alla Città di Atri, alla Repubblica, alla Costituzione.

Quindi, quanto sopra per precisione, va ricollocata presso gli “scantinati e li lasciata a giudizio e volontà dei posteri”, se non spaccata a metà, dimostrativamente e posta, come hanno fatto molti, anche nei cimiteri. Qualcuno afferma anche nel Museo archeologico. Personalmente non sono d’accordo. Ma da dove si trova ora, deve essere, ripeto, tolta. E’ un palazzo di città, di tutti i cittadini, non solo vostro, della vostra coalizione, che appena rappresenta 1/3 della popolazione atriana. Compreso? Spero che la cosiddetta opposizione, agisca e non dimentichi ancora quanto male avviene a questa città da parte di quasi 15anni di centro destra.

Vedi: Occupazione, Beni culturali, Servizi, Opifici, Artigianato, Commercio, Professionisti, Agricoltura, Emigrazione all’estero, in Europa, oltre che di lavoratori, soprattutto di professionisti, di Laureati, per non parlare poi del calo preoccupante del Numero di Abitanti, e non ultimo, la situazione dell’ OSPEDALE che sta vivendo uno dei momenti più brutti, per non dire bui, della sua storia (allora, brillante storia).

Quindi che si dica la vostra su tutto, ed i Consigli Comunali ne sono la prova, durano appena ½ ora, e tutto finisce li, direi il più delle volte a “ senza colpo ferire”. Cioè, con un nulla di fatto da parte dell’azione delle opposizioni, come nel caso della sfiducia al Presidente del Consiglio. In attesa, cordiali saluti,

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: