Atri, domenica 12 Settembre l’anniversario dell’elevazione a santuario della Chiesa di Santa Rita

Esattamente un anno dopo, da quel 12 Settembre del 2020 in cui la Chiesa di Santa Rita, meta da sempre di pellegrini da ogni luogo, anche lontano rispetto alla sua ubicazione in Atri, è stata elevata a Santuario da S.E. Mons. Lorenzo Leuzzi, Vescovo della Diocesi Teramo-Atri, domenica 12 Settembre 2021 si celebreranno le manifestazioni religiose e civili nella chiesa del Santo Spirito.  Un traguardo raggiunto  dopo un lungo cammino di venerazione e fede iniziato nel 1900 con il famoso “Perdono di Santa Rita” grazie al quale , nel periodo che va dal 21 Maggio, vigilia della festa della Santa, e per i sette giorni successivi, i fedeli abruzzesi si recano nella Chiesa di Santo Spirito, dove si trova la Santa, per ottenere le sacre indulgenze per sé e per le anime del purgatorio. Un culto che ebbe inizio all’alba del ‘900, anno di canonizzazione di Rita Lotti da Cascia, diffuso nella città Ducale per merito di Antonio Gatti, priore per lungo tempo della Confraternita dello Spirito Santo. Da allora la devozione alla Santa degli impossibili ebbe una grandissima diffusione nel popolo tanto da spingere il Vescovo di Atri-Penne, Mons. Giuseppe Maria Morticelli  a chiedere al Pontefice un privilegio particolare: la concessione dell’Indulgenza plenaria. Da quel maggio del 1901 il luogo di culto è ritenuto il “Santuario ritiano più noto e frequentato in Abruzzo” come scrisse il canonico Luigi Illuminati il quale ricordava come “ non passa giorno che i fedeli non vi facciano visita , non si fermino a pregare , non vi lascino ceri e fiori”.  Molti gli appuntamenti tra cui la Santa Messa celebrata dal Vescovo della Diocesi Teramo-Atri Mons. Lorenzo Leuzzi domenica alle ore 11.00 e a seguire il concerto bandistico Città di Francavilla Fontana alle ore 17.30

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: