Atri, presentati i nuovi mezzi agricoli della fattoria sociale Rurabilandia

Una cerimonia in grande stile per salutare l’arrivo dei nuovi quattro mezzi nella fattoria sociale Rurabilandia dell’Azienda dei servizi alla Persona (ASP) di Teramo con sede in Atri. E’ quella andata in scena ieri mattina alle 10.30  nell’area antistante la struttura immersa nel verde che si trova nella zona industriale di Casoli di Atri, sul cui manto verde gli invitati hanno ammirato le nuove imponenti macchine firmate Landini, un marchio tutto italiano della provincia di Reggio Emilia con una lunga tradizione nel settore. Alla cerimonia hanno preso parte esponenti regionali, come il Presidente dell’Assemblea di Palazzo Emiciclo Lorenzo Sospiri, gli assessori Pietro Quaresimale ed Emanuele Imprudente, oltre al consigliere regionale Emiliano Di Matteo e al parlamentare della Lega Antonio Zennaro e il direttore generale dell’Ente Gabriele Astolfi. Dopo i saluti della Presidente della ASP2, Giulia Palestini, la quale ha ricordato l’importanza dell’acquisizione dei nuovi mezzi tecnologicamente avanzati e fondamentali per ripartire nella attività della coltivazione e cura  del vasto terreno lasciato dal benefattore Domenico Ricciconti, hanno preso la parola i vari ospiti presenti, tra cui anche i manager dell’azienda emiliana che hanno donato un voucher di 2500 euro per la manutenzione e controllo dei mezzi. Presenti i consiglieri del Cda dell’Ente, Federica Rompicapo e Antonio Samuele i quali hanno consegnato una targa agli assessori regionali Quaresimale e Imprudente. Saluti finali del primo cittadino di Atri, Piergiorgio Ferretti che ha salutato anche i colleghi di Silvi e Città Sant’Angelo esprimendo parole di apprezzamento per il lavoro svolto dal nuovo vertice dell’azienda agraria,  il cui scopo resta sempre la vicinanza verso le persone deboli.  A moderare i lavori il giornalista e responsabile dell’ufficio relazioni con il pubblico Luciano Troiano il quale ha invitato sul palco il  signor Pasquale Samuele, settantaduenne, oggi in pensione, che da sempre ha lavorato in qualità di mezzadro i terreni del benefattore con la dedizione e la cura del buon coltivatore e appassionato della terra. A sigillare l’evento, la benedizione impartita dal parroco della chiesa Sant’Agnese di  Pineto, Don Guido Liberatore.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: