Atri, posta la prima pietra per la costruzione del nuovo commissariato di Polizia

Dopo anni di battaglie politiche che hanno investito persino i rami del Parlamento, lunedì 28 Giugno è stata posta la parola fine alla querelle tra Atri e Roseto degli Abruzzi sulla nuova sede del Commissariato di Polizia. Nella nuova area adiacente l’Ospedale San Liberatore, è stata collocata la prima pietra del Centro di emergenza misto e comunale (Com e Coc) e del nuovo Commissariato della Polizia di Stato nella città Ducale dalla ditta aquilana Todima, che è risultata aggiudicataria dell’appalto pubblico di circa 4 milioni di euro lanciato dall’Amministrazione Comunale. I lavori sono finanziati per una parte direttamente dall’ente comunale, con mutuo contratto con la Cassa depositi e prestiti, e per la restante parte da un contributo erogato dalla Regione Abruzzo (due milioni e 475mila euro). Il nuovo commissariato e il centro operativo comunale saranno edificati secondo standard antisismici. Alla cerimonia hanno partecipato, tra gli altri, il Sindaco di Atri, Piergiorgio Ferretti, l’Assessore ai Lavori Pubblici Domenico Felicione, e tutti gli amministratori comunali con i capogruppo di maggioranza Francesco Filiani e Gabriele Astolfi, il Questore di Teramo, Enrico De Simone, la vice Prefetto di Teramo, Ernesta D’Alessio, il Commissario di Polizia  dottoressa Ester Fratello e gli agenti del commissariato di Atri, i rappresentanti dei sindacati di Polizia, l’Assessore regionale Pietro Quaresimale.  I tempi stimati per la conclusione dei lavori e di circa 450 giorni, anche se  dall’impresa aquilana trapela ottimismo sulla riduzione dell’attesa.

Le due strutture ospiteranno al loro interno  una palestra che agevolerà le attività delle tante associazioni sportive comunali dopo i disagi causati dai crolli del Pala Bargiglione e del Pala Alessandrini. La zona individuata è considerata dal Comune come strategica in quanto si trova nelle vicinanze sia del presidio ospedaliero San Liberatore, che gode di un accesso preferenziale su viale Risorgimento, sia dello stadio comunale, che funge anche da eliporto per trasporti di emergenza.  “Oggi è un giorno importante – ha dichiarato il Sindaco di Atri, Ferrettiperché si avviano due opere estremamente rilevanti per il nostro territorio: da un lato la nuova sede COM-COC che rafforzerà ulteriormente la nostra Protezione Civile che ha dato già prova della sua eccellente funzionalità dimostrandosi insostituibile e preziosa per la comunità e con una palestra regolamentare la struttura risponderà anche alle esigenze delle innumerevoli associazioni sportive operanti sul nostro territorio; dall’altro sarà possibile potenziare l’importante servizio della grande istituzione quale è quella della Polizia di Stato la cui sede territoriale resta nel nostro territorio dopo una battaglia amministrativa e istituzionale che ha visto la sensibilizzazione di tutte le forze politiche della nostra città e di un concittadino onorario allorquando si paventava un trasferimento poi scongiurato. Le opere di circa 4 milioni di euro sono finanziate in parte con fondi regionali e per circa 1 milione 400 mila euro da parte del Comune di Atri. Un sacrificio economico importante a ulteriore dimostrazione dell’impegno dell’amministrazione comunale”.“Si conferma con la prima pietra posta oggi – ha commentato  l’Assessore ai Lavori Pubblici del Comune di Atri, Domenico Felicione, – il cronoprogramma che aveva indicato l’inizio dei lavori entro l’estate 2021. La nuova struttura sarà rispondente a tutte caratteristiche necessarie per garantire un’ottima logistica dei soccorsi e sarà funzionale per le attività del commissariato, realtà che siamo riusciti a mantenere sul nostro territorio grazie all’individuazione di questa strategica struttura. Ringrazio quanti sono intervenuti alla cerimonia inaugurale, è un orgoglio per la nostra città poter avere una struttura così funzionale e preziosa sul nostro territorio”.

 

 

 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: