Anche Casoli di Atri alla Gibraltar Race. Il museo all’aperto di questa località promosso dal pilota di origini atriane Italo Berardinucci

Il pilota Italo Berardinucci, di Casoli di Atri e che vive per lavoro a Milano, parteciperà all’edizione 2021 di Gibraltar Race, al via il 23 giugno a Genova dove terminerà l’8 luglio dopo aver attraversato tutta l’Italia con oltre 7mila km da percorrere. L’evento motociclistico e di adventuring è una gara di regolarità e resistenza, nella quale si sfideranno piloti da tutta Europa, con una risonanza internazionale. In questo evento Berardinucci ha deciso di portare con se’ le sue origini partecipando con il progetto “Due ruote per l’arte” con cui cercherà di fondere la sua passione per la moto e per i viaggi con l’attaccamento alla sua terra in particolare sensibilizzando verso il mantenimento delle opere che rendono Casoli un museo a cielo aperto, per questa ragione il Comune di Atri ha patrocinato la sua partecipazione.

Lo staff di Moto Raid Experience, per garantire la totale sicurezza dei partecipanti in considerazione della pandemia da Covid-19, ha deciso di organizzare l’edizione 2021 della Gibraltar Race totalmente su territorio italiano. The Boot, Lo Stivale, così è stata battezzata questa edizione, condurrà i partecipanti in un’emozionante avventura disegnando un grande anello. Fiumi, laghi, mari, monti e vulcani renderanno unica questa edizione, assieme ai piatti tipici di ogni regione e alle innumerevoli bellezze artistiche da mostrare.

“Sono sempre stato un viaggiatore – commenta Berardinucci – e fortunatamente ho visto tanti posti del nostro fantastico emisfero. Mi ritengo abruzzese con ogni sfumatura, ruvido, ma di cuore, genuino e senza tante pretese, testardo o caparbio, ma allo stesso tempo comprensivo e disposto all’ascolto il che mi rende costantemente curioso, avido nel sapere ed entusiasta nello scoprire. Così tra i vari racconti che mi accompagnavano da bambino, il sogno, era il viaggio, il voler vedere oltre da dove sei nato, scoprire culture e sapori diversi, fondersi con il contesto. Perché non farlo in moto? Altra mia forte passione. La moto ti permette di essere vicino, non solo alla strada che percorri, ma alle realtà che attraversi. Così pian piano inizia la costruzione dell’esperienza di viaggio, quando il timore della scoperta lascia spazio all’entusiasmo della stessa. Nell’iter umano poi ci sono gli stati d’avanzamento dell’animo, ti accorgi così che quando hai quello che ti fa stare bene, è ora di trasferirlo anche agli altri e si diventa debitore di emozioni. Cercando di restituire a chiunque quello che negli anni hai assimilato. Così nasce un progetto che mi sosterrà emotivamente nella mia prossima avventura: La Gibraltar Race”.

“Abbiamo accolto con favore questa proposta e deciso di patrocinarla – commenta il Sindaco di Atri, Piergiorgio Ferretti – perché darà una grande visibilità alla nostra Casoli e al suo museo all’aperto. Berardinucci è molto legato alla sua terra d’origine ed è fortemente motivato nel promuoverla. A lui e ai partecipanti a questa iniziativa un grande in bocca al lupo, nella certezza che sarà una esperienza unica e emozionante”

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: