Atri, al via la piattaforma dei Civici per il rilancio della città

Atri, al via la piattaforma dei Civici per il rilancio della città

E’ in pieno svolgimento il lavoro nel cantiere della politica della città Ducale che vede coinvolti i movimenti civici che fanno riferimento al Partito Azione e alle formazioni  Rinascimento Atriano e Abruzzo Civico. I costruttori del “patto per lo sviluppo della comunità”, come si legge nella nota diffusa dai coordinatori dei sodalizi, stanno edificando una “casa” in cui ritrovare la passione, l’amore e l’impegno per lo sviluppo di una città che deve guardare ad orizzonti il cui cambiamento non solo è possibile ma necessario. Il documento, vergato da Michele Capanna Piscè, Sante Angelozzi e Antonio Lancianese, annuncia che il gruppo  delle tre organizzazioni sono a lavoro unitamente a liberi cittadini per la costruzione di una piattaforma programmatica che, attraverso azioni di partecipazione, condivisione e ascolto tracci la rotta per un nuovo e non più rinviabile sviluppo della città degli Acquaviva.   Per questo,- spiegano i tre coordinatori- sono stati costituiti dipartimenti afferenti alle tematiche più strategiche e caratterizzanti le emergenze del nostro territorio. Si partirà-spiega la nota- con l’ascolto delle associazioni, dei movimenti civici cittadini, per giungere, quando le condizioni epidemiologiche lo consentiranno, a incontri tematici con la cittadinanza, al fine di giungere alla stesura di un vero e proprio patto di comunità per costruire insieme il futuro di Atri.  che non solo recuperi la centralità perduta, ma che abbia l’entusiasmo di intraprendere scelte coraggiose. Un progetto ambizioso e perseguibile, concludono i referenti del territorio- e realizzabile solo se all’obiettivo concorreremo tutti insieme.  Un segnale di rinnovamento e un’azione congiunta che si pone anche  il compito di sensibilizzare quanti, tra coloro che si dichiarano insoddisfatti della gestione dell’amministrazione comunale, di entrare a far parte della nuova sfida, in vista delle prossime consultazioni amministrative del 2023, la cui data sembra lontana ma in realtà non lontanissima atteso il consistente e corposo progetto sul quale poggia l’iniziativa intrapresa dalle tre forze politiche.

Marino Spada

Direttore Responsabile e Fondatore del Giornale " la Voce del Cerrano"

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: