Affidati i lavori per il recupero dell’ex Casa Parrocchiale di Scerne. La struttura ospiterà un teatro e una sala polivalente

Sono stati affidati i lavori per il recupero di parte dell’ex casa parrocchiale di Scerne di Pineto, ambienti che saranno destinati a ospitare uno spazio polivalente per attività sociali e culturali. Tali lavori consentono di completare il quadro degli interventi di recupero che negli anni hanno interessato l’edificio. Si tratta, infatti, del terzo intervento di quelli programmati, ed è stato anticipato dai lavori di recupero e impermeabilizzazione delle copertura piane; da quelli di consolidamento e manutenzione straordinaria per la realizzazione della biblioteca e da quelli per la realizzazione di una struttura a ciclo semi-residenziale oltre a interventi per l’abbattimento delle barriere architettoniche. La nuova sala, con una superficie sul piano di circa 160 mq, avrà una capienza di 104 posti a sedere e avrà un piccolo palco, il quale consentirà anche l’allestimento di rappresentazione teatrali. L’importo dei lavori è di 400 mila euro finanziato con il Masteplan per l’Abruzzo. Nel piano dei lavori pubblici per l’anno 2020 è stato previsto un ulteriore stanziamento di 100mila euro per la parte impiantistica.

Nel dettaglio gli interventi riguarderanno la parte del piano terra rialzato a ovest e composta da due parti integrate. La prima, costituita dalla platea per il pubblico, dalla cabina di proiezione e dai servizi, che si realizzeranno all’interno di porzioni edificate esistenti delle quali è previsto il recupero. La seconda parte comprende la zona del palco i servizi retrostanti e l’atrio di ingresso. Tali ambienti si realizzeranno in parte attraverso la ristrutturazione (demolizione ricostruzione) di parte del corpi di fabbrica esistente e per la restante parte, ex-novo, in ampliamento. Le due parti, che assumeranno una configurazione unica, saranno collegate tra di loro. Viste le ridotte dimensioni e le contenute altezze della sala, particolare attenzione è stata posta agli aspetti acustici con la previsione di un rivestimento delle pareti perimetrali con pannelli fono assorbenti e realizzazione di soffitto acustico fono assorbente. Ovviamente la struttura risponderà a tutti i criteri di sicurezza.

Si tratta di lavori molto attesi e che vanno a concludere gli interventi nella struttura della ex casa parrocchiale di Scerne, – commenta l’Assessora ai Lavori Pubblici del Comune di Pineto, Jessica Martella – i fondi sono quelli del Masterplan Abruzzo per i quali ha lavorato il precedente Sindaco di Pineto, Luciano Monticelli. Gli spazi che si verranno a creare saranno estremamente importanti e preziosi per la vita culturale della comunità tutta”.

“Dotare Scerne di un teatro e di una sala polifunzionale era un obiettivo molto importante per quanti come noi vivono in questa frazione – aggiungono l’Assessore Claudio Mongia e la consigliera Marina Ruggieri entrambi residenti a Scerne – l’avvio di questi lavori significa trovarci a un passo dal raggiungimento di questo importante traguardo che va ad arricchire la zona con uno spazio preziosissimo per la cultura e le attività ricreative. In quella struttura, ricordiamo, c’è anche la sede del nostro Centro Diurno, frequentato da molti ragazzi disabili e sono presenti anche altre associazioni, ci sono molti esercizi e sportelli e si trova all’interno di un’area più vasta dove ci sono le eccellenze sociali del territorio come Casa Madre Ester, il Centro Primavera, il Centro per la Formazione Internazionale e molto altro”.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: