Carlo Delle Piane, un attore figlio di un sarto della frazione di Casoli. Intitolare il Teatro Comunale in sua memoria

Non è un fatto nuovo che gli uomini  si  apprezzino più alle esequie che da vivi . Una regola terrena alla quale nemmeno la figura di grande rilievo del cinema italiano,  come quella di Carlo Delle Piane,  è riuscita a sottrarsi alla notizia della sua dipartita. Il cinema italiano e i media nazionali in queste ore hanno spesso fiumi di parole a  memoria dell’attore la cui famiglia era di origine atriana, più esattamente della frazione di Casoli. Il papà dell’attore, apprezzato sarto del posto, fece le valige per cercare “fortuna” nella Capitale, come del resto gran parte degli abruzzesi. Quì la trovo per se, per la sua maestria sartoriale cucendo abiti su misura a persone comuni e benestanti. La trovò anche il figlio, per quanto riservato e introverso, senza farsi strada con raccomandazioni di sorta o per intercessione del babbo, uomo di grande valore umano e professionale. Lo notarono per i suoi tratti somatici e fisici e a Cinecittà lo inserirono a fianco di grandi attori come il celebre Totò o Alberto Sordi, passando per Aldo Fabrizi ed altri innumerevoli big del cinema italiano. Il resto è noto. Attore di grande qualità e regista, tra cui il film “Ti Amo Maria” girato nella città natia del papà, Atri per l’appunto. Ora che la frittata è fatta, non sarebbe il caso di intitolare il nostro amato Teatro Comunale all’attore scomparso Carlo Delle Piane ? Nessuno credo si opporrebbe a tale proposta che mi auguro sia avanzata quanto prima in Consiglio Comunale.   Un riconoscimento opportuno e giusto per un grande uomo prima ancora che un grande attore, segno tangibile di memoria futura oltre che di testimonianza presente. Nell’adiacente via del Teatro c’è un vicolo intitolato al grande musicista , sempre di origini atriane, Rodolfo Zanni, prematuramente scomparso in terra di Argentina per ignota sorte. Delle Piane al Teatro e Zanni per la musica , sarebbe un tandem perfetto per una città d’arte, come quella di Atri, la cui forza da sempre è nella memoria  e nella conservazione di ciò che hanno fatto i “figli” nel mondo. Meglio tardi che mai. Facciamolo subito.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: