Atri, la torre campanaria della Cattedrale al buio perchè esclusa dal contratto della Ottima, la società che cura la pubblica illuminazione

Ci sono arrivate molte domande dai nostri lettori sul perchè del buio della torre campanaria della   Cattedrale di Atri , le cui luci sono spente da diverse settimane.  Nessun mistero, almeno stando a quanto abbiamo appreso da fonti autorevoli e attendibili. Alla base di questo buio, ci sarebbe l’esclusione da parte del Comune di Atri nella gara di appalto vinta dalla Ottima, che provvede alla pubblica illuminazione della rete cittadina e degli uffici,  della suddetta torre campanaria e  del Centro Turistico Integrato. Da quì la confusione su chi dovrebbe provvedere  al ripristino dell’illuminazione di un monumento nazionale, indicato in tutte le guide turistiche e patrimonio dell’intera collettività non solo locale. Una torre così imponente, la più alta d’Abruzzo, che ha sempre ostentato il suo primato sulle città, riferimento d grandezza e splendore a cui i nostri avi tenevano moltissimo.  Ora siamo al buio da alcune settimane e  gli uffici competenti, quelli comunali viste le risultanze delle nostre informazioni, dovrebbero provvedervi al più presto. E’ un peccato tenere spenta una torre campanaria così bella e che lo stesso Vittorio Sgarbi, la scorsa estate non ha esitato a definire una “bellezza artistica “.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: