Atri, da Sinistra Indipendente l’appello al Sindaco per la sistemazione della viabilità in Contrada Bertolone

Egregio Signor Sindaco, diviene necessario ricoinvolgerLa per la situazione delle strade Comunali in generale, che è veramente di una estrema difficoltà per la  circolazione, con  molti rischi, e difficoltà con quanti ci transitano, anche per i mezzi Comunali, quali Scuola Bus etc. per non parlare poi  dei mezzi di soccorso, ambulanze. Non voglio parlare delle strade del Centro storico che sono in uno stato pietoso come pavimentazione, così ed anche non voglio riparlare delle strade di comunicazione da Atri verso la costa, in particolare quella della SS553 (ad oggi ancora SS), che è veramente  indegna per la viabilità che conduce  verso centri importanti della costa,  quali le città di: Pescara,  Chieti, Silvi, Montesilvano, nonchè  l’Aereoporto di Pescara, ingressi delle autostrade, accesso a punti sanitari importanti e di uregenze come i -punti nascita di Pescara e Chieti, cadiologia di Pescara e Chieti, o neurochirurgia di Pescara e Chieti, a cui indegne  scelte politiche regionali, in materia di sanità e di organizzazione sanitaria, vedi la soppressione del Punto Nascita al S. Liberatore di Atri, che trovano costretti, ampi territori dell’entroterra atriano, ed Atri compresa, a servirsi degli Ospedali di Pescara e  Chieti per risolvere queste necessità. Che prima esportavamo come efficienza e qualità in questi stessi territori. Una strada di questo tipo, oltre quella per Treciminiere, rende i viaggi  veramente da terzo mondo. E quindi, quali azioni sono state prese per interventi in merito? Ed inoltre, per ritornare alle strade Comunali, voglio risollecitare una mia precedentemente lettera, del 30-Marzo-2018, nella quale segnalavo  la situazione della strada franta di contrada BERTOLONE.

E’ da riscontri soggettivi, che, nonostante  la mia segnalazione oltre che degli abitanti della medesima, essa non è stata affatto recuperata ad una degna percorribilità, accesso, e rimane piena di rischi, e con accesso solo da una parte. Dall’altra parte, è diventata anche ricettacolo diRRSS ingombranti”, veramente da discarica non autorizzata che è una vergogna. Quindi a distanza di 8 mesi (dico otto), nessun intervento risolutivo è stato fatto per assolvere ad un vostro obbligo amministrativo, cioè quello di garantire sicurezza e accessi ad ognuno nelle diverse strade del suo territorio. Le elezioni sono passate, e non si può punire abitanti che ritenete forse non conformi ai vostri  consensi acquisti con “pali di luci” o “asfalti dell’ultimo momento”. I cittadini del territorio hanno tutti eguale dignità e diritto, e rivendicano  vostre responsabilità dirette qualora possano manifestarsi problemi o disgrazie (speriamo di no) a qualsiasi astante o  automezzo pubblico, che si possa trovare a percorrere quella strada.

 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: