Roseto, il Cologna Spiaggia non si iscrive al campionato di calcio in promozione. Casa Civica: responsabilità del Comune

“Una società sportiva storica del nostro territorio come il Cologna spiaggia che vanta un settore giovanile tra i migliori d’Abruzzo, quest’anno non ha iscritto la sua prima squadra al campionato di Promozione, è la prima volta che ciò accade dopo ben 32 anni nei quali la società si è sempre fatta valere, con ottimi risultati e tanti titoli vinti. Questa è una notizia che amareggia tutti i colognesi e i rosetani ma le responsabilità sono chiare: la società ha preso questa difficile decisione poiché è stata abbandonata dall’amministrazione guidata da Sabatino Di Girolamo, dal 2016 infatti la società ha continuato e continua tuttora a gestire gli impianti di Cologna Spiaggia e Cologna Paese senza vedersi rinnovata la convenzione e senza ricevere nessun contributo, ma continuando ad affrontare tutte le spese necessarie. Parliamo di oltre 60mila euro di spese affrontate per tenere attivi gli impianti e fare manutenzione e miglioramenti che la società pensava di incassare, come sempre accaduto, dal Comune, ma come ha dichiarato la società i soldi non si sono visti. È una vera vergogna che l’amministrazione comunale tratti così una realtà sportiva del territorio, i nostri consiglieri comunali Angelo Marcone Mario Nugnes chiederanno spiegazioni in consiglio comunale con un’interrogazione per far emergere tutte le responsabilità”.  E’ quanto dichiara Flaviano De Vincentiis, presidente di Casa Civica Roseto in merito alla mancata iscrizione al campionato del Cologna Spiaggia annunciata pochi giorni fa dalla stessa società.  “Vogliamo esprimere tutta la nostra solidarietà e vicinanza alla società, alla sua dirigenza e agli sportivi, in particolare al presidente Marco D’Emilio che ha scelto nonostante tutte le difficoltà di voler portare avanti il settore giovanile e la Scuola calcio, una realtà di eccellenza del nostro territorio provinciale e regionale” continua De Vincentiis “noi ci batteremo in consiglio per far emergere le responsabilità dell’amministrazione, ci chiediamo dove fossero il sindaco Sabatino Di Girolamo e il vice sindaco Simone Tacchetti mentre tutto ciò accadeva, ma soprattutto ci chiediamo se lo stesso trattamento destinato al Cologna spiaggia è stato riservato anche ad altre realtà sportive del territorio, o se invece si è scelto volontariamente di penalizzare questa realtà che svolge un importantissimo ruolo sociale e di aggregazione giovanile, coinvolgendo centinaia di ragazzi e famiglie nell’attività sport

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: