Egregio Direttore,

ho letto la Sua analisi e purtroppo, reprimenda, verso la NON motivata assenza di 3 candidati Sindaci su 4, al dibattito de La Voce,  di cui Lei è un valente ed imparziale Direttore.  Manifestazione che si doveva tenere  il 30 Maggio u.s.

Ritengo di condividere alcune, ma solo alcune, Sue considerazioni, e non ritengo affatto giustificabile, per quanto riguarda invece l’assenza di alcuni candidati Sindaci, in egual modo, in particolare coloro che hanno  gestito, direi malamente, 10 anni di Amministrazione (Ferretti ed Astolfi), compreso  coloro che hanno fatto ancor peggio la opposizione  a loro dovuta in questi 10 anni al mandato di Astolfi, che ha significato, per Atri, quello che ha significato.

Per quanto riguarda il candidato Concetti, del M5S, ha perso, ritengo di dire, una occasione per dire la sua, per giudicare i 10 anni dell’Amministrazione uscente, ed i 10 anni di mancata opposizione del PD,  anche esprimendo la novità del loro programma ed il lodevole suo contenuto, a partire dalla “menzione sull’Ospedale di Atri”, argomento, ripeto, “NON” presente  nei programmi delle altre tre liste o di candidati Sindaci: Giuliani, Ferretti, Marcone , e questo a significare delle “reciproche responsabilità dei partiti”, delle sorti vissute in questi anni, da parte del nostro “Presidio Ospedaliero”, (come, del resto, ho fatto notare più volte, come “Comitato Difesa Ospedale di Atri”, già giorni addietro).  Per non parlare poi di altro, e cioè: sicurezza sociale, sicurezza nelle Scuole, situazione della viabilità, occupazione, perdita di popolazione, ambiente, etc.

Quindi argomenti dovuti e sul quale programma, molti componenti della lista del M5S, si sono spesi nel corso dell’attività politica in questi anni, e non solo loro, compreso simpatizzanti ed attivisti.

Perchè dunque questa assenza ???  Se non per un impegno urgente ed impellente? (ovviamente anche giustificabile e giustificato, comunque comunicato a Lei medesimo il giorno prima, e nel contempo resosi disponibile per qualsiasi altra data. Stante le ulteriori precisazioni apparse il 1-giugno, sul suo sito da  parte  del candidato Concetti?).

Comunque, personalmente, è dispiaciuto questo episodio, peraltro, ed anche, nel momento in cui si è maturato la nascita del “1° Governo Nazionale con la partecipazione  del M5S” (dopo giorni e mesi di difficoltà, di sgambetti, ingerenze, incomprensioni a tutti i livelli).

Oltre che considerare, che con le dimissioni del Governatore D’Alfonso, si potrebbe avere, tra qualche mese, anche la Regione Abruzzo a guida del M5S, stante i risultati del 4 Marzo u.s. Quindi, appare importante, molto importante anche gli esiti di Atri e di altri Comuni a noi vicini.

Mi sento di valutare questa situazione come una “incertezza”, non altro,  con giudizi poco confortevoli ed ingiusti, verso il M5S, che sicuramente non ha bisogno di essere sostenuto dal sottoscritto, ma, non ho visto, letto ed ascoltato,  altre negative considerazioni sugli altri assenti, o furbescamente presenti, e non correttamente disponibili a rimandare, stante appunto, la situazione che si era creata.

Ma questa correttezza comportamentale, è evidente, non sono di questi patrimoni personali, almeno così è apparsa a molti dei presenti e degli assenti. Presenti che avrebbero potuto fare a meno di salire sul “palco”, da solo, o esprimendo compiacimento per quanto avvenuto.

Un poco di stile, anche in politica, non guasta mai, almeno credo.

Quindi, ritornando al merito, perché non si è accettato di rimandare il dibattito ad altra data?

Comunque, ed esprimo la mia sola personale opinione, mi sento solo preoccupato per questo “ASSIST”, concesso aggratis dal M5S a quanti in Atri  possono nutrire eventuali riserve per un voto allo stesso M5S. E propongo, con questa mia, al candidato Sindaco Concetti,  come ha già fatto,  di recuperare, al più presto, con una richiesta specifica pubblica, o con una intervista in diretta alla Voce,  ripercorrendo le condizioni  oggettive ed obbiettive per la manifestazione unitaria che è stata mancata il 30 Maggio u.s., anche se a ragione di  giustificabili motivi di insorgenze di  “cause di forza maggiore”.        elezioni_2017_0

Annunci