A Pineto, la maggioranza inizia a manifestare apertamente i malumori che l’hanno sempre caratterizzata. L’ultimo Consiglio comunale è infatti saltato per mancanza del numero legale, giacché 4 esponenti della maggioranza non si sono presentati. L’argomento all’ordine del giorno era, apparentemente, un banale regolamento sul commercio, che in realtà nasconde una questione di maggiore importanza. Infatti la materia del contendere è l’allocazione del mercato settimanale, attualmente dislocato nel centro cittadino e che il Sindaco vorrebbe spostare per motivi facilmente intuibili. Al Consiglio erano presenti parecchi cittadini e numerosi esponenti degli ambulanti, che hanno potuto capire in mano a chi siamo. Nel marzo del 2016, il Consiglio comunale ha deliberato, sotto la ferma volontà della maggioranza, per mantenere il mercato in centro, ma adesso, con l’approssimarsi della campagna elettorale, con molta scioltezza si vorrebbe cambiare idea e spostare il mercato dal centro.

Nel 2016 per il Sindaco erano importanti gli ambulanti, forse perché mirava a velleità in ambito parlamentare. Adesso che è svanita tale possibilità e rimane solo una probabile ricandidatura a Sindaco, gli ambulanti, essendo quasi tutti di fuori Pineto, improvvisamente perdono di significato.

Quello che emerge è la totale inadeguatezza di una Giunta e un Sindaco, oramai al cospetto della storia e della campagna elettorale, che consacrerà questa esperienza come la peggiore che Pineto abbia mai vissuto.

Infine, va sottolineato come Il regolamento sul commercio non poteva essere carente sul piano più congeniale al Sindaco, tant’è che prevede un chiosco nel Parco Castellaro di Mutignano, ennesima beffa per il Centro storico, ma in linea con il modo di agire di una politica protesa alla prossima campagna elettorale.SANTINO FERRETTI M5S

Annunci