In merito al mercato settimanale, continuiamo ad assistere ad un ridicolo “balletto” che denota la totale incapacità del sindaco e dell’amministrazione del PD di adottare una qualsivoglia decisione, riuscendo come spesso accade loro a scontentare tutti – così esordiscono i consiglieri comunali del gruppo civico Impegno è sviluppo Luca Di Pietrantonio e Gianni Assogna. 

Ogni giorno siamo destinatari delle lamentele di operatori, esercenti locali ed ambulanti, del tutto sconcertati dalla inettitudine di chi amministra e dalla incapacità di trovare un’adeguata soluzione a questa annosa vicenda; ogni sabato siamo dinanzi a novità, tratti di mercato che scompaiono per apparire altrove, strade chiuse, inversione di sensi di marcia, segnaletica ballerina e via discorrendo. Giova, peraltro, ricordare che trattasi di problema ingenerato dalla stessa compagine che governa oggi Pineto, visto che l’idea di trovare altro sito al mercato del sabato è stata partorita dalla giunta precedente (sempre del PD); assistiamo, quindi, ad una paradossale situazione in cui coloro che amministrano sono del tutto incapaci di risolvere un problema che loro stessi hanno causato!!!

L’amministrazione comunale non si rende per nulla conto che questa situazione di incertezza e precarietà non fa altro che accendere ulteriormente gli animi tra le diverse categorie coinvolte – tuona Luca Di Pietrantonio –; è giunto ormai il momento di darsi una svegliata, e chi governa, anziché pensare solo a festicciole, salsicce e porchette, dovrebbe prendere in mano la situazione e dirimere una controversia che continua ad alimentare lo scontro tra categorie di esercenti, che vedono continuamente calpestare i loro diritti e legittime aspettative, da chi dovrebbe invece, tutelarli e proteggerli. Purtroppo – prosegue il consigliere – siamo dinanzi ad un’amministrazione priva di ogni autorevolezza e capacità decisionale, che continua a far danni e a disincentivare coloro che con enorme fatica cercano di portare avanti le proprie attività e le proprie aziende.

La condotta dei nostri governanti – incalza Gianni Assogna – denota la mancanza di qualsivoglia strategia amministrativa ed evidenzia sempre più come chi amministra Pineto continui a navigare a vista, senza avere minimamente idea di dove voler condurre il nostro paese. Il risultato è MERCATO PINETOMERCATO PINETOpurtroppo di una cittadina che dal punto di vista economico e commerciale è ormai al collasso, con attività che continuano a chiudere i battenti, artigiani che continuano a non avere commesse ed una zona industriale, che, dall’essere il fiore all’occhiello di Pineto, è divenuta una mera distesa di capannoni vuoti ed in disuso.

E’ evidente – concludono i consiglieri – come, in questi anni, sia mancata una politica di sviluppo e di rilancio del paese e come, soprattutto, sia mancata un’amministrazione comunale autorevole ed in grado di comprendere quali siano le priorità e le necessità dei nostri cittadini…ed i fallimentari risultati sono ormai sotto gli occhi di tutti!!!

 

Annunci