Nella mattina di martedì 17 aprile, un rappresentante del comitato si è recato presso gli uffici comunali all’appuntamento che l’assessore Piergiorgio Ferretti aveva fissato qualche giorno prima. In occasione della visita del consigliere regionale Mercante, interessatosi alla questione dei lavori presso la scuola elementare, l’assessore aveva infatti presenziato “a sorpresa” invitando i rappresentanti del comitato presso il Municipio per mostrare il documento che avrebbe dovuto confermare quanto da lui asserito, ovvero che la ditta ottava classificata nella graduatoria di gara avrebbe accettato l’incarico di portare a termine i lavori di messa in sicurezza dell’edificio della scuola elementare.

Abbiamo avuto modo di leggere il comunicato stampa divulgato da Ferretti e desideriamo rispondere facendo delle precisazioni.

Intanto i lavori non sono iniziati nel novembre 2017 in quanto sono ufficialmente iniziati nel dicembre 2015, dunque il ritardo ammonta ad un paio di anni in più. E’ bene ribadire, che il progetto esecutivo dei lavori di adeguamento sismico della scuola è stato concepito nel lontano settembre 2013 (Delibera di G.M. n.142 del 12.09.2013 per l’approvazione del progetto esecutivo) ossia QUASI CINQUE ANNI FA.

Nel sottolineare che martedì 17, per la prima volta in assoluto negli ultimi cinque anni, ci è stato mostrato, da un rappresentante dell’Amministrazione comunale, un documento, evidenziamo che la determina del Responsabile di Area n.143 del 17.04.2018 non garantisce la ripresa effettiva dei lavori né tantomeno la loro conclusione e quindi non ci fornisce le informazioni che attendiamo con trepidazione.

Più di una volta, in questi mesi, ci sono state indicate, in maniera utopica, delle date presunte di ripresa o addirittura di conclusione prevista dei lavori. Aspettative puntualmente disattese che legittimano il nostro scetticismo attuale.

In merito ai tempi biblici di un lavoro che doveva già essersi concluso da tempo, si fa notare che l’Ente poteva ma non ha accelerato i tempi per esperire la gara del direttore lavori avvenuta solo nel luglio 2015, poteva ma non ha reso operativa la direzione lavori avvenuta oltre un anno dopo dalla gara (contratto settembre 2016), poteva ma non ha attivato fattivamente la ditta vincitrice visto che ha aspettato oltre un anno dall’aggiudicazione definitiva (giugno 2015) per arrivare al contratto (ottobre 2016), poteva e doveva fare un nuovo bando considerato che la perizia suppletiva (approvata nell’ottobre 2017) altro non è che un nuovo progetto e come tale doveva eSindaco Astolfi incontro genitorissere trattato (indicendo una nuova gara che avrebbe, a parità di tempo trascorso sinora, fornito maggiori garanzie di esecuzione dei lavori).

Speriamo che questo inaspettato interessamento al comitato da parte dell’Assessore Ferretti sia l’inizio di un percorso nuovo di trasparenza che ci permetta di seguire il reale evolversi della questione.

Annunci