I lavori di messa in sicurezza dell’edificio della scuola primaria Radici di Atri sono stati aggiudicati definitivamente all’ottava ditta in graduatoria, la Coget srl. Entro lunedì ci sarà la consegna dei lavori e quindi la ripresa degli stessi, dato che la ditta si è impegnata a iniziare subito gli interventi nella prima ala dell’edificio, che sarà completata entro giugno”. Con queste parole il vicesindaco e Assessore alla Pubblica Istruzione al Comune di Atri, Piergiorgio Ferretti conferma la notizia annunciata qualche giorno fa relativa alla ripresa dei lavori nella scuola di Viale Umberto I e stamattina in Comune – nel corso di una riunione con il comitato Genitori Scuole Atri e i loro delegati – l’Assessore ha rassicurato i presenti mostrando la documentazione che dimostra l’aggiudicazione dell’appalto e la ripresa dei lavori.

Gli interventi – aggiunge Ferretti – andranno avanti a ritmo serrato nel corso dell’estate nelle altre aree del plesso al fine di concludere i lavori al massimo per i primi giorni di ottobre 2018”. Si è giunti quindi alla auspicata soluzione per un intervento pubblico caratterizzato da problemi e ritardi. I lavori, iniziati a novembre 2017, sono stati interrotti il 26 gennaio scorso per la rinuncia della ditta aggiudicataria. Lungaggini non attribuibili all’ente che si è adoperato con celerità e impegno per la ripresa dei lavori garantendo sempre la sicurezza dei ragazzi. “La scorsa settimana – spiega il vicesindaco – c’è stato un incontro nel piazzale della Scuola Primaria di Atri organizzato dal comitato Genitori Scuole Atri con il consigliere regionale del M5S Riccardo Mercante al quale hanno preso parte solo 5 genitori, 3 dei quali saranno candidati con il M5S alle prossime elezioni amministrative al Comune di Atri, durante il quale ho spiegato gli sviluppi della vicenda legata ai lavori nello stabile, incassando la perplessità dei presenti. Per questa ragione stamattina in Comune c’è stato su mia iniziativa un incontro chiarificatore con loro. Di fronte alla documentazione fornita si sono dovuti ricredere constatando l’impegno profuso dall’Amministrazione per risolvere la problematica di cui l’ente è stato vittima, non causa. Per quanto riguarda i lavori per lo stabile che ospita il nido – conclude Ferretti – l’iter per la gara d’appalto sta iniziando in questi giorni. Si prevede l’inizio dei lavori appena terminerà l’attività per la pausa estiva”.

 

Annunci