Scuola, intervista alla dirigente del Polo Liceale Illuminati Daniela Magno

E’ arrivato il momento di fare l’esame alla scuola, nel senso più stretto del termine. L’esame di Stato, si perché quello di queste settimane sarà davvero un banco di prova per l’Istituzione che più di tutti e meglio di tutti rappresenta la fotografia del Paese. La scuola è al centro dell’attenzione delle famiglie, degli operatori della sanità  e dell’informazione dopo la riapertura avvenuta lo scorso 13 Settembre. Da un lato ci si sente più sicuri dopo l’inoculazione del vaccino, sia per gli alunni che per il personale che vi lavora, salvo qualche eccezione che sarà oggetto di valutazione dei dirigenti, e dall’altro c’è l’incognita del test sulla presenza massiccia dei ragazzi nelle aule, sia pure con tutte le precauzioni del caso. C’è poi il tema del green pass sul quale le polemiche non mancano, sia da parte di chi pur non essendo contro il vaccino ritiene tale misura limitativa della libertà persona e anticostituzionale. Per fare il punto della situazione abbiamo sentito una dirigente scolastica di lungo corso, la Dott.ssa Daniela Magno, alla guida del polo liceale Luigi Illuminati di Atri che è uno dei riferimenti scolatici della provincia teramana e che conta molti studenti dei comuni del comprensorio.

Dottoressa Magno, come riparte la scuola e in quali condizioni per la sicurezza e  le norme introdotte sulla certificazione della carta verde?

Il 13 settembre è ripartita  la scuola, ed in un certo senso è come se ripartisse la vita di tutti noi; forse non ne eravamo del tutto consapevoli, ma con l’arrivo dell’emergenza sanitaria ci è subito apparsa più che mai evidente la centralità della scuola, intesa come crocevia di relazioni, di partecipazione, di cultura, di esperienze intellettuali ed emotive: in breve, una tra le più alte espressioni della vita.
Probabilmente non sarà un anno privo di difficoltà, dovremo mettere in atto tutte le misure necessarie a garantire la salute dell’intera comunità, e lo faremo con il senso di responsabilità e di appartenenza che da sempre ci caratterizza.

La scuola come centro di educazione al rispetto delle regole in questa fase pandemica assume un ruolo strategico?
A ben vedere, quella educativa è essa stessa una relazione in cui l’avere cura dell’altro assume un ruolo fondamentale, poiché educare significa “farsi carico dell’altro”, “prendersi cura dell’altro” e la cura, ci ricorda Luigina Mortari, “è una pratica che ha luogo in una relazione in cui qualcuno si prende a cuore un’altra persona dedicandosi attraverso azioni cognitive, affettive, materiali, sociali e politiche alla promozione di una buona qualità della sua esistenza”.
È con questo spirito che ci apprestiamo ad affrontare il nuovo anno scolastico, nella consapevolezza che “la Scuola è ancora ciò che salvaguarda l’umano, l’incontro, le relazioni, gli scambi…” (M. Recalcati).

Quali sono le novità in tema di contrasto alla diffusione del coronavirus per gli addetti ai lavori?

Le ultime  circolari dalle quali di desumono le principali novità, sono in estrema sintesi;

-Possesso del green pass per tutti i docenti e per tutte le varie figure che gravitano nel mondo della scuola (genitori, personale addetto alle pulizie, assistenti educativi…)
– Istituzione di n. 6 bolle di sicurezza per gestire il flusso degli ingressi e delle uscite

 

-A scuola ogni giorno sarà presente l’80% circa degli studenti, per consentire di alleggerire la pressione sull’edificio e sui trasporti, infatti questi ultimi possono consentire un carico fino all’80%
Importante precisare che gli studenti che a rotazione saranno a casa per un giorno alla settimana non seguiranno la didattica a distanza, ma per effetto di un orario ben strutturato dal collegio dei docenti potranno usufruire di un giorno libero a settimana, come avviene per i docenti

– istituzione di un tavolo permanente a composizione mista (docenti,  studenti, genitori)e presieduto dal Dirigente che dovrà monitorare costantemente l’assetto organizzativo ed eventualmente apportare migliorie.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: