Atri, nessuna domanda per l’aggiudicazione del bar del teatro.

Nessuna domanda di partecipazione al nuovo bando del comune di Atri per l’aggiudicazione della gestione settennale del bar all’interno del Teatro Comunale.  Nonostante la rimodulazione dell’avviso, con meno oneri a carico dell’eventuale aggiudicatario, tra cui il prezzo di partenza fissato in 1000 euro quale canone da corrispondersi al Comune e il regolamento meno rigido rispetto al primo avviso, il bando in parola non ha suscitato l’interesse nè da parte dei commercianti locali nè da parte di altri operatori dei comuni limitrofi. Le ragioni possono essere molteplici e soggettive, non ultimo la situazione economica in generale e l’incertezza dell’evoluzione della situazione pandemica. Tra i sostenitori del “meglio chiuso” c’è grande soddisfazione per la mancata presentazione di alcuna domanda, in quanto essi sostengono che in teatro il foyer andrebbe aperto solo in caso di spettacoli all’interno di esso e non sempre, trattandosi di un locale che per caratteristiche storiche e culturali non può essere paragonato ad un bar qualsiasi.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: