Atri, domani il rientro a suola per altri studenti rimasti in didattica a distanza.

Rientro a scuola domani lunedì 26 Aprile con l’incremento del 20% di studenti in presenza  nella nostra regione che torna a colorarsi di giallo, arrivando a quota 70%, mentre il restante 30% resta, a rotazione nella media settimanale, in didattica a distanza. Un rientro che avverrà con le solite norme vigenti in tema di protocollo anti virus e la condizione, essenziale, del trasporto pubblico dell’azienda  TUA che garantirà il doppio turno sia in fase di accesso che in quella di uscita dei ragazzi provenienti dai diversi comuni. Si tratta- ha spiegato la dirigente del Polo Liceale “Illuminati” di Atri, Daniela Magno– di una scelta governativa che gli alunni aspettavano con ansia,  anche perché siamo quasi alla fine dell’anno scolastico, la cui conclusione è prevista per il 10 Giugno. Il nostro problema di fondo-aggiunge la dirigente- è poter arrivare al 100% in presenza dei frequentanti la quinta classe, atteso che l’esame di Stato è previsto per il 16 Giugno e con l’imminente collegio dei docenti, al quale prendono parte anche i rappresentanti d’istituto e i genitori, affronteremo tale argomento, insieme alla collaborazione del responsabile del traporto pubblico, Max Di Pasquale. Per i maturandi, quest’anno l’esame si svolgerà solo con la prova scritta, senza l’orale, e con la presenza in classe, oltre all’esaminato e alla commissione, di solo due studenti, sempre nel rispetto delle misure sanitarie. L’anno che sta per chiudersi- commenta la Magno- è stato molto problematico, con ben tre interruzioni e altrettante ripartenze e questo ha creato non pochi problemi anche dal punto di vista psicologico, tanto che all’interno dell’edificio di via Antonio Finocchi, è stato attivato uno sportello di consulenza e assistenza verso i liceali , i quali, a differenza di quanto si possa credere, hanno reagito positivamente all’iniziativa servendosene con grande sollievo. Analoga situazione nello Zoli, che conta diverse strutture in Atri e l’alberghiero a Silvi Marina, dove, durante la chiusura totale della scuola, grazie ai laboratori è stato possibile non lasciare in solitudine i ragazzi che la dirigente  del plesso d’istruzione Paola Angeloni chiama tecnicamente H, ma che aggiunge essere molto speciali. Anche nelle strutture da lei dirette, da lunedì prossimo  sia le prime che le quinte classi  saranno al completo e in presenza, con la massima elasticità e flessibilità, mentre per il resto rimane invariata la presenza nella misura del 70%.  E’ stato un anno in cui, con la Dad, c’è stata anche molta dispersione scolastica-ci spiega la dirigente dello Zoli- e questo ha avuto anche delle ricadute sia sotto il profilo formativo che sociale, datosi che la scuola rappresenta un luogo di aggregazione. L’auspicio, per entrambe le dirigenti, è che la prossima annualità accademica riparti e sia senza interruzioni, allo scopo di consentire a tutti gli studenti una maggiore serenità e certezza nell’apprendimento. Molto dipenderà anche da loro, aggiungiamo noi, e dal loro comportamento esterno agli edifici scolastici, la cui maturità sarà comprovata dal risulto ottenuto alla fine delle vacanze.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: