San Liberatore, oggi la visita del neo direttore sanitario della Asl Maurizio Brucchi

Ha scelto il San Liberatore di Atri come primo Ospedale da visitare, a poche ore dal suo insediamento quale direttore sanitario della Asl teramana, Maurizio Brucchi.  L’ex sindaco del capoluogo provinciale è  arrivato alle 14.00 circa ed è stato accolto dal Direttore del Presidio dott. Marino Iommarini e dal primo cittadino  della città Ducale Piergiorgio Ferretti. Una visita cordiale e all’insegna di una grande collaborazione, come ha sottolineato il neo direttore sanitario, il quale ha aggiunto di aver scelto Atri come prima tappa  perché “ ancora una volta il San Liberatore e il suo personale, a qualsiasi livello, si sta dimostrando di grande aiuto nel lavoro sul territorio provinciale nel contrasto della pandemia”.  Una visita durata diverse ore nelle quali il dr. Brucchi ha constatato personalmente la notevole mole di lavoro che i sanitari del presidio svolgono con professionalità e grande dedizione. Dal canto suo Ferretti ha espresso soddisfazione per la visita ad Atri del neo direttore al quale non ha mancato di ricordare l’importanza strategica dei servizi ambulatoriali che dovranno essere salvaguardati e allo stesso tempo garantiti per la tutela della salute dei pazienti del vasto bacino del San Liberatore. Sul punto Brucchi ha confermato la prestazione dei servizi aggiungendo l’attività della radiologia e dello screening quali servizi essenziali e confermato che il numero dei pazienti accolti nell’ala vecchia non saranno superiori a 96 di cui sei in terapia intensiva. Nel frattempo i letti occupati dai malati sono 66 di cui 4 in terapia intensiva.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: