Atri, il Consigliere Comunale Basilico chiede la lista degli evasori delle tasse comunali

Vuole vederci chiaro il consigliere comunale di Abruzzo Civico di Atri, Paolo Basilico, sui furbetti delle tasse e imposte evase dai cittadini. La richiesta, avanzata al Sindaco e agli uffici di Palazzo Ducale, più che stanare i contribuneti furbi, mira a capire se all’interno del Consiglio Comunale ci sono morosi o meno. Richiesta che avviene dopo la famosa lettera di Basilico in cui inviatava il primo cittadino a prenedere le opoortune decisioni in relazione alle tasse non pagate dal consigliere di Fratelli d’Italia che nella Giunta Astolfi Uno ricpriva l’incarico di assessore e quindi, secondo l’ex sindaco, incompatibile con l’elezione . Accusa alla quale Francecso Filiani  non fece mancare la risposta e dichiarò di aver pagato il dovuto attraverso la rateizzazione con il fisco comunale. Ora il consogliere di Abruzzo Civico è alla caccia di altri nomi che siedono tra i banchi dell’asssise comunale, e spera , di scovarne altri. Peccato che, a sentire il richiedente, la sua istanza del 2 Marzo scorso non abbia ancora avuto risposta. Egli infatti scrive: “torno nuovamente a rappresentare l’urgenza di ottenere le informazioni richieste, necessarie al sottoscritto per il regolare espletamento del proprio mandato di Consigliere Comunale, e cioè conoscere l’ammontare complessivo delle somme che il Comune di Atri deve ancora incassare suddivisa per : contribuenti morosi nei confronti del Comune di Atri; contribuenti per i quali è stata attivata la procedura di riscossione coattiva;: contribuenti morosi nella fase ordinaria di riscossione Tar (sollecito e ammortamento); attività accertativa IMU gestita direttamente dall’ufficio Tributi;: contribuenti morosi per omesso o parziale versamento della Tosap. Nella richiesta Basilico va oltre e chiede anche l’elenco con i nominativi ed importi di tutte le morosità esistenti all’atto del passaggio dalla gestione privata dei Tributi alla reinternalizzazione da parte del Comune di Atri, certamente rimessi all’epoca a questo Comune dal gestore privato.  Quando,e se, gli uffici comunali consegneranno il materiale all’esponente di Abruzzo Civico verrà fuori un’altra disputa su chi paga e chi evade le tasse? Staremo a vedere. I banchi dell’Assise Comunale iniziano a surriscaldarsi.

 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: