Atri, oggi la festa di San Rocco, il giovane che lottò a fianco dei malati contro la peste e morì ingiustamente dentro un carcere

Passata la sbornia ferragostana non possiamo esimerci dal ricordare un Santo la cui festa cade oggi 16 Agosto. Ricorrenza mai più attuale come in questo momento in cui il mondo intero è sospeso per via della pandemia. San Rocco, oltre ad essere uno dei santi più venerati nella tradizione popolare è noto, o dovrebbe esserlo, per  il suo arrivo in Italia in concomitanza del tragico spettacolo desolante  della peste. Egli, giovanissimo, si offrì subito volontario nell’assistenza degli appestati nel lazzaretto, operando le prime guarigioni miracolose, senza risparmiarsi nel soccorrere i malati, a Cesena, Roma, Rimini, Novara e Piacenza.  Nella città emiliana fu contagiato dalla peste, il cui bubbone è noto sulla gamba e tale condizione gli impedì di proseguire nell’azione di volontariato. Ritiratosi fuori dalle mura piacentine per recarsi alle rive del Po’ dove sarebbe morto di fame e in completa solitudine se un cane randagio, raffigurato nell’immagine del Santo, non gli avesse portato quotidianamente un pezzo di pane.  Morirà nel 1380 non di peste, ma per un tragico errore di ingiustizia, già allora dominante, poiché venne scambiato erroneamente per una spia e lasciato languire in una prigione per ben cinque anni. E’ patrono dei pellegrini, carcerati, medici e farmacisti e viene invocato contro la peste e ogni tipo di malattia contagiosa.  Nella nostra città la chiesa di San Rocco si trova nel quartiere di Capo d’Atri, luogo di culto del Santo, attualmente trasferito nella vicina parrocchia di San Nicola per consentire ai fedeli la partecipazione alla Santa Messa causa contenimento della diffusione del virus. Questo giorno di festa, immediatamente successivo al  ferragosto, ha sminuito l’importanza della ricorrenza, con la distrazione di massa di tanti cittadini  ancora presi dalla meta vacanziera, dimenticando quanto sia attuale il valore del Santo specie in questo momento così pieno di incertezza e sospensione nella vita quotidiana . San Rocco è un esempio di grande altruismo e questo andrebbe ricordato e festeggiato con una giusta attenzione. Oggi più che mai non possiamo che invocare il suo aiuto.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: