San Liberatore, lettera aperta del Comitato Difesa Ospedale sul futuro del nosocomio dopo la ripartenza

Lettera aperta del Comitato Difesa Ospedale al Sindaco  sull’esperienza Covid 19 e sulla riapertura dei servizi avvenuta in data otto Giugno. Nella nota Mario Marchese scrive: non entro nel merito del perché e del come  si è determinato la scelta di Hospital Covid19 del S. Liberatore di Atri, l’ho già fatto a tempo e per tempo, direi inascoltato, anche proponendo alternative allora, ed anche oggi, con il Covid presso l’Ala Nord del Presidio, anche queste proposte inascoltate.

Ma, oggi, rimanendo  con qualche competenza Covid, ala Nord dell’Ospedale S. Liberatore, qualche domanda sorge spontanea, e cioè:

-C’è personale dedicato alla sede Covid dell’Ospedale di Atri?

-Ci sono più Infermieri Professionali?

-Ci sono più Tsrm dedicati?

-Più Tecnici di Laboratorio dedicati?

-Più Terapisti della Riabilitazione dedicati?

-Più Medici Internisti dedicati?

-Più Cardiologi dedicati?

-Più Pneumologi?

-Personale OS dedicato?

-Personale per le pulizie dedicati?

-C’è una sala Operatoria e Rianimazione dedicata?

-Ci sono  sale adatte per i ricoveri, con aree a pressione negativa per i malati di Covid19?

-C’è una Rianimazione Covid?

-Ci sono TAC, RNM, Apparecchi Rx dedicati per il Covid?

-C’è un laboratorio analisi per i Tamponi e per le analisi Covid dedicati?

-Ci sono tutti i percorsi dedicati? Un Pronto Soccorso Dedicato?

 

                     Ed inoltre, quanti stanziamenti per Atri, ha dato l’ASL di Teramo?

 

-Quante persone sono state ricoverate e trattate presso il S. Liberatore di Atri in questi mesi?

-Quanti sono stati i guariti?
-Quanti ne sono (purtroppo) deceduti?

-Quanti ricoverati in Terapia intensiva, poi usciti guariti,  e quanti invece  ne sono deceduti?

-Quanto Costa la TAC Mobile di affitto mese anno?

(Si legge nella delibera dell’ASL che i costi sono per E. 48 mila+IVA (58.560) per 4 settimane, e per un anno? Dato che non credo possa essere  tolta l’apparecchiatura posta in quella sede? (dietro la Medicina Nucleare), se a questo punto, non convenga acquistarne una a 16 strati, direi Fissa, e poi, ad emergenza ultimata renderla di patrimonio della radiologia che si trova sullo stesso Piano ed utilizzante parte di quel Reparto ex Medicina Nucleare? Questo costo, è congruo? Oppure, avuto e preso in tempi  di emergenza a Teramo e per Teramo, oggi ad Atri e per Atri, poteva trovarsi una a minor costo l’affitto? Oppure altre forme di approvvigionamento?

Anche perché vedo, leggo, che si fa passare tutto per emergenza Covid19: attrezzature ed acquisti vari, compreso il personale, ma, mai definiti per Atri, come mai?

 

Ed inoltre, mi va di segnalare, come mai, alla riapertura dei vari servizi, non si parla di riaprire  con i relativi pl per:

-Medicina, Geriatria, Lungodegenza, sono gli stessi pl di prima oppure no?

-Pediatria, sono gli stessi pl e lo stesso Piano, oppure no?

-Chirurgia Generale  sono gli stessi pl oppure no?

-Ortopedia Generale, sono gli stessi posti letto oppure no?

-Urologia, sono gli stessi posti letto oppure no?

-Oculistica ha gli stessi pl oppure no?

 

Insomma vorremmo sapere quale quadro generale di riferimento ha di nuovo l’Ospedale S. Liberatore di Atri? Dopo un fermo di ben 5 mesi, se basteranno? Quante prestazioni sono state rimandate, e da fare? Sia per acuti, che per cronici?

Insomma, caro dr Di Quirico, Prof. Ferretti, rimettere a norma, o nella situazione normale l’Ospedale di Atri, passeranno mesi, se non anni, e nel frattempo, se non viene aumentato il personale di cui sopra, di cui all’elenco espresso, e già sostenuto anche dalle OO.SS, ovvero dalla CGIL FP del Presidio,  questo non avverrà mai.

 

Questo non mi esime dal ringraziare, di vero cuore,  da ex collega TSRM, tutti gli operatori del presidio:

 

“medici, infermieri, tecnici di radiologia e di laboratorio, terapisti della riabilitazione, personale os, personale delle pulizie”,

 

per quanto fatto in questi mesi, direi senza particolare esperienza, e sicuramente in grosse difficoltà operative e forse senza adeguate protezioni, almeno nei primi momenti della pandemia.

Grazie, Grazie a tutti.

 

In attesa di numeri e fatti, cordiali saluti

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: