Pineto, attivato dalla Asl di Teramo il servizio di assistenza domiciliare ai pazienti del Covid 19 non ricoverati

Anche a Pineto è stata attivata una delle Unità Speciali di Continuità Assistenziale (USCA) predisposte dalla ASL di Teramo: in particolare sono state predisposte 4 equipe che coprono altrettanti territori (a Tortoreto per la val Vibrata, a Bisenti per la val Fino, due USCA a Roseto, una per le cittadine di Roseto, Mosciano, Notaresco, Giulianova e Morro d’Oro e una per le cittadine di Pineto, Silvi e Atri) che si dedicheranno al monitoraggio e alla cura dei pazienti Covid-19 positivi, ma non ricoverati, sull’intero territorio provinciale.

Già funzionanti, le USCA, costituite da un medico e un infermiere per ognuna, saranno attive dalle 8 alle 20, 7 giorni su 7, e si recheranno a DOMICILIO dei pazienti malati di Covid-19, per le visite mediche necessarie che saranno definite in collaborazione e su attivazione dei Medici di Medicina Generale e i Pediatri.
Si tratta di unità in grado sia di evitare ricoveri inutili, potendo intervenire da casa, che di poter attivare al più presto il ricovero qualora necessario.

Secondo quanto previsto dalle Linee Guida Regionali, i pazienti che saranno presi in carico dalle USCA sono:
• Pazienti positivi con sintomi respiratori lievi ma con età >70 anni e/o presenza di co-morbilità o rischio di aumentata mortalità (febbre >/ 37,5 °C; tosse da lieve a moderata o incremento progressivo della tosse)
• Pazienti affetti da Covid-19 che non necessitano di ricovero ospedaliero o dimessi con patologia Covid-19 diagnosticata e con sintomatologia come al punto precedente
• Pazienti con sintomi respiratori anche modesti, ma febbre che perdura oltre 4 giorni o con presenza di dispnea con positività Covid-19.

Condividi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: