Regione Abruzzo, pronta la macchina organizzativa per l’Expo Universale di Dubai 2020

Prosegue spedita la macchina organizzativa per la partecipazione della Regione Abruzzo al Padiglione Italia dell’Expo Universale di Dubai 2020. Questa mattina, a Pescara, in Regione, l’assessore allo Sviluppo economico, Mauro Febbo, affiancato dal direttore del Dipartimento Germano De Santis, e dal dirigente Francesco Di Filippo, ha presieduto un incontro organizzativo al quale hanno partecipato, tra gli altri, rappresentanti di enti locali, le organizzazioni camerali, i referenti delle principali associazioni di categoria e dei Poli di innovazione. Febbo, ricordando l’avvenuta formalizzazione della partecipazione della Regione all’ Expo, ha anche ribadito il relativo impegno economico che ammonta a circa 500mila euro, di cui un terzo già anticipato per l’adesione. “Si tratta di un mercato diverso da quello presente all’edizione di Milano – ha esordito Febbo – un mercato molto difficile rispetto al quale la Regione e le realtà imprenditoriali e di categoria che la affiancheranno in questa avventura dovranno fare massa critica per aumentare l’attrattività dell’offerta”. A Dubai è prevista la partecipazione di 25 milioni di visitatori di cui il 75% provenienti da Paesi emergenti come Cina, india e Indonesia dove c’è un PIL a due cifre. La Regione Abruzzo ha già partecipato all’incontro con il Commissario generale di sezione per l’Italia Paolo Glisenti e del Curatore artistico del Padiglione Italia, Davide Rampello, sullo stato di avanzamento del Progetto per EXPO 2020 DUBAI e sulle modalità di partecipazione delle Regioni, presso la Conferenza Delle Regioni e Delle Province Autonome. In queste settimane, invece, è stato avviato un percorso di coinvolgimento degli stakeholder potenzialmente interessati, al fine di far emergere l’interesse del territorio ad una partecipazione strutturata e mirata alla manifestazione internazionale Dubai 2020, anche in coerenza con le traiettorie di sviluppo delineate nella Strategia di Specializzazione Intelligente 2017-21. “Siamo ancora in una fase preparatoria – ha aggiunto – per cui è ancora possibile espandere il lotto delle partecipazioni e creare le premesse per un presenza qualitativamente e quantitativamente significativa. Tuttavia, a tal proposito, sarà fondamentale condividere una strategia per garantirci gli spazi che è necessario occupare per ottenere dei risultati tangibili e fare, al tempo stesso, una oculata attività di programmazione degli eventi tematici da promuovere soprattutto tendendo presente il tema centrale di questa edizione che sarà l’economia circolare e quindi la bioeconomia. In ogni caso – ha concluso Febbo – oggi abbiamo sul tavolo proposte e candidature da parte di molte eccellenze del nostro territorio regionale con idee innovative e importanti come quelle di realtà di rilievo come Fater, Walter Tosto, Proger, Valagro e Automotive della Val di Sangro unitamente alle Camere di Commercio ed alle Università e tante altre ancora che arriveranno”.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: