Atri, “la segnaletica stradale affidata agli sprovveduti e non ai Vigili Urbani”. La denuncia di Sinistra Indipendente

A pochi giorni dalla riapertura delle scuole, il Circolo atriano della Sinistra Indipendente, pone l’attenzione sulla  “segnaletica  stradale orizzontale” nel centro storico, davanti alle Scuole, nelle vie principali della città, denunciando che essa  è estremamente carente, e  non viene fatta da anni ormai, nella piena insicurezza  della viabilità ordinaria in città. Se ci fa caso, scrive Mario Marchese- ormai in nessuna parte  rimane una evidenza dovuta, con gravi rischi nella sicurezza stradale e del pedone. Voglio dire, comunque, che proprio in merito, giorni  addietro, ho visto un gran da farsi (si fa per modo di dire), appena prima dell’inizio delle lezioni scolastiche,  di lavori  per segnalare qualche posteggio,  qualche passaggio pedonale, quale posteggio riservato, ma nulla di più, nessuna linea di mezzeria, o quant’altro è stato rifatto. Si sono evidenziati degli spostamenti di spazi, riservati per il  pulmino Urbano, nonché la creazione di qualche punto, o meglio di un punto riservato per gli Scuola bus (e gli altri?). Insomma, sembra che a provvedere a questo siano stati dei sprovveduti, e non invece il Comando dei Vigili Urbani di Atri, che, ovviamente con codice alla mano, e previo atto deliberativo oppure una ORDINANZA, avrebbe dovuto, secondo me, presiedere e primeggiare qualsiasi atto concreto di esecuzione  e con un progetto regolarmente deliberato o decretato con apposita ordinanza.

“Ed invece, leggendo tra le determine ed ordinanze sul sito del Comune di Atri, non ho verificato questo, direi: “non si è letto questo”, come mai?.

Come mai ? Ripeto, è stato fatto tutto alla spicciolata? Da altri voleri? E come mai non da parte del Corpo dei Vigili Urbani??

Personalmente, credo che la competenza di questo lavoro, è nelle facoltà previste del “Comandante dei VVUU”, e non credo da parte di autonomi imbianchini, verniciatori, o altri, che di propria azione abbiano potuto fare queste segnaletiche orizzontali a prescindere. Mi sembra inappropriato e non dovuto, anche perché, il tutto va “giustificato e rapportato” con il “codice della strada, e chi più del Comando dei Vigili Urbani ne è competente, e ne è responsabile?”

Quindi spiace, che in questo Ente, le competenze siano per così dire, “ ibride”, e non si rispettano i ruoli propri di ognuno, almeno sembra questo dai riscontri amministrativi, dagli atti, e poi, le conseguenze si vedono, si  toccano con mano. Questo a prescindere da gesti, o decisioni, riservati alla “cosiddetta BUONA VOLONTA di ognuno, impiegato o dirigente che sia all’interno dell’Ente”, che dico sempre,  anche in questo caso, non guasta mai in un Ente, in un Comune, ma nel pieno rispetto delle competenze di ognuno, anche se è il Sindaco a volerlo certe scelte.

Intanto è dovuto con i “proventi contravvenzionali”, almeno per il 50% (credo ancora sia rimasto così) debbano essere spesi per la segnaletica orizzontale e verticale, oltre che, per l’acquisto di mezzi e vestiti-divise per il personale, ma non  mi sembra, che in questi anni si sia fatto questo, visto almeno gli effetti sul territorio, almeno credo e vedo sulla segnaletica, poi, mi sbaglierò, ma non di tanto (ricordo che a Roma, la Procura sta indagando l’Amministrazione romana, o la dirigenza,  sull’uso distorto di questi proventi. A quanto pare: ogni  mondo è paese).

Non ritorno sulla questione  della “PENURIA di vigili”, che ho già in più occasioni posto proprio a Lei Sindaco, che è anche Assessore al Personale, quindi direttamente gestore del  problema, e della situazione, che definire “GRAVE”, è dire poco. Mi meraviglio del Comandante, del popolo di Atri, che non si ribellano, ma contenti loro, contenti tutti.

Ho provato anche su queste righe a far comprendere che  ci deve essere rispetto delle competenze e dei doveri e dei diritti, sia dei dipendenti responsabili ad essere ascoltati e rispettati, che per quanto riguarda la città, i cittadini, e le loro esigenze, e direi ancora: “CONTENTI LORO, CONTENTI TUTTI” di questa mancanza sul territorio dei Vigili Urbani, ormai ridotti all’osso, sono meno del 50% rispetto all’organico in essere.

Comunque, a quanto “LE ULTERIORI”  ASSUNZIONI? “ A quanto  la restante segnaletica da fare? A quanto un intervento deciso e generale che manca da anni ormai?

E questo lo chiedo al Comandante dei Vigili Urbani di Atri, dr Alfonso OSMI, ovviamente per dovuta competenza? Non per le risorse da mettere sul capitolo dovuto, che spetta a Lei Signor Sindaco. Ma a quanto pare fa e pensa ad altro. Cordiali Saluti,

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: