Delusione e amarezza sono i sentimenti che esprime il Movimento 5 Stelle di Atri a a pochi giorni dalla riapertura della scuola in riferimento alle promesse-non mantenute secondo i pentastellati della città ducale- da parte dell’Amministrazione Comunale sulla riconsegna dei lavori della scuola primaria di Via Umberto I° . Il Sindaco, scrive la consigliera Cinzia Di Luzio ” ha mancato ancora una volta la data per la riconsegna dei lavori alla scuola elementare. Settembre, vigilia della ripresa delle attività scolastiche, ci spiace per tutti i cittadini che si erano illusi di vedere i propri figli a scuola nell’ala ristrutturata, adeguata sismicamente e con nuova impiantistica idro-termica ed elettrica.

Ci spiace perché ancora una volta -prosegue la Di Luzio- la data per la riconsegna non è stata rispettata. Il prossimo lunedì i bambini rientreranno a scuola nelle stesse identiche condizioni in cui erano a giugno.

L’ Amministrazione ha ritenuto opportuno evitare di rispondere alla nostra richiesta, inoltrata il 30 agosto, tesa a conoscere lo stato di avanzamento dei lavori, forse ritiene che i cittadini abbiano troppe pretese nel chiedere di avere almeno una parte della scuola pronta dopo ben sei anni dall’ottenimento del finanziamento. Ad aggiornarci sulla situazione è stato il dirigente scolastico in occasione del Consiglio d’Istituto tenutosi ieri, 11 settembre.

Pare che il primo e secondo piano siano pronti mentre il piano terra sia ancora in fase di lavorazione, pertanto si è preferito aspettare il completamento dell’intera ala che dovrebbe avvenire nelle prossime settimane.

Grazie ai nostri amministratori per aver ancora una volta disatteso le nostre aspettative.

 

Annunci