Le ultime e recenti analisi effettuate dai tecnici dell’Arta lo scorso 20 agosto confermano l’ottima qualità delle acque della costa abruzzese e, soprattutto, la balneabilità su tutto il litorale pescarese compresi i punti all’altezza di Via Leopardi e via Galilei”. A comunicarlo è l’assessore al Turismo Mauro Febbo. “Ricordo – esordisce – che su Pescara permaneva un divieto ‘tecnico’ di balneazione all’altezza di Via Leopardi e via Galilei solo perché si attendeva il terzo esito positivo delle analisi. Infatti, i valori erano già abbondantemente rientrati nella norma nelle analisi fatte lo scorso 24 giugno e confermate in quelle di luglio e agosto. Quindi, adesso è possibile attivare tutte le procedure necessarie tra Comune e Regione per revocare definitivamente anche quel divieto di balneazione ‘tecnico’ poiché abbiamo un mare pulito su tutta Pescara così come confermano le analisi dell’Arta”. “Ma il risultato ottenuto quest’anno – sottolinea Febbo – certifica come intervenire in maniera concreta sul corretto e necessario utilizzo e potenziamento dei depuratori sia la strada giusta per arrivare a rendere più puliti i nostri fiumi. Infatti, rimane alta l’attenzione alle foci dei fiumi dove vi sono criticità storiche che devono essere poste sotto las lernte d’ingrandimento e possbilmente eliminate.

 

D’altronde, gli ultimi dati positivi di questa stagione estiva confermano la crescita di presenze in Abruzzo e questi sono ottimi ed incoraggianti segnali su cui bisogna lavorare per intraprendere un percorso di rilancio del settore turistico. Le spiagge abruzzesi continuano ad avere un appeal positivo, come le nostre montagne, i parchi, i laghi ed i nostri borghi che fanno registrare un sempre crescente numero di visitatori. Il bello e positivo risultato di questa stagione estiva è il frutto del lavoro di promozione intrapreso dalla Regione ma soprattutto dagli addetti al settore e dai Comuni. Una sinergia grazie alla quale si stanno creando occasioni di promozione del territorio attraverso la valorizzazione di storia, tradizioni e cultura delle comunità. Infine – conclude Febbo – nei prossimi mesi con loro inizieremo un percorso completamene nuovo per realizzare un nuovo e forte Brand da far conoscere fuori dai confini italiani e quindi attirare sempre più nuovi turisti ed aumentare le presenze”.

Annunci