Si è conclusa con successo la tredicesima edizione di Un artista per Caso, la fortunata manifestazione di canto, ballo, musica e recitazione che si svolge a Castiglione Messer Raimondo (TE) a cura di Giovanna Assogna e che viene organizzata anche con un importante scopo sociale: far conoscere l’Associazione Nazionale Displasia Ectodermica e aiutare questa realtà con una raccolta fondi. Da 5 anni si ricorda anche la figura di Mariano Barlaam prematuramente scomparso a causa di un incidente stradale con un premio a lui dedicato. Su 17 concorrenti è stata la voce di Zelda Di Vitantonio, di 9 anni, a conquistare la giuria presieduta dal giornalista Rai Antimo Amore. Ad accompagnarla alla chitarra il padre Marco. Zelda è stata la vincitrice assoluta dell’evento e ha ottenuto anche un premio speciale da parte degli artisti Fred Nardecchia e Mara Carusi di Zona Arte per frequentare un corso di pittura. A vincere per la categoria bambini la coppia di ballo della scuola We Can Fly, Kevin D’Amico e Benedetta Taraborrelli, i quali hanno avuto anche il premio speciale messo a disposizione dagli Studi Erasmo per un mini corso o di Inglese o di Informatica; per la categoria musica hanno vinto con i loro organetti “Riccardo e Andrea. I ragazzi della Quadriglia”; per il canto ha trionfato Massimiliano Ciurlino per il ballo ha vinto il gruppo della We Can Fly con una esibizione ispirata al film ‘Il Padrino’. Il premio del Memorial Mariano Barlaam è stato assegnato al cantante Vito Cardelli.

 

La manifestazione, presentata dalla giornalista Evelina Frisa, è stata arricchita dalla presenza di rappresentanti dell’ANDE i quali hanno mostrato un video con l’obiettivo di sensibilizzare verso la displasia ectodermica e durante la serata sono stati raccolti fondi a sostegno delle attività dell’associazione. Tra gli altri componenti della giuria: Clementina Fenile, Antonio Di Vittorio, Tommaso Ciccarelli, Daniela Felice, Gloria Colleluori.

Annunci