Anche il Comune di Atri ha aderito alla definizione agevolata delle ingiunzioni fiscali notificate negli anni compresi tra il primo gennaio 2000 e il 31 dicembre 2017 riguardanti ICI, IMU, tassa rifiuti, imposta comunale di pubblicità e tassa occupazione suolo pubblico ai sensi del D.L. n. 34/2019, il cosiddetto decreto crescita 2019. La definizione delle entrate tributarie consisterà nell’eliminazione delle sanzioni. L’ente, a tal fine, adotterà un apposito regolamento entro i termini previsti dalla legge.

Abbiamo deciso di aderire a questa opportunità prevista dalla legge – commenta il Sindaco di Atri, Piergiorgio Ferrettiper andare incontro ai cittadini che si sono trovati in difficoltà e che potranno così regolarizzare la loro posizione evitando le sanzioni altrimenti previste. I nostri uffici sono a disposizione per ogni chiarimento nel merito”.

Annunci