Discarica di Santa Lucia , il M5S al Sindaco Ferretti: ha disatteso le promesse fatte in campagna elettorale

La terza seduta del Consiglio Comunale di Atri tenutasi giovedì 30 agosto scorso ha avuto come ordine del giorno la discussione di due mozioni presentate dal MoVimento 5 Stelle Atri a firma del nostro Portavoce Concetti.

Attraverso la mozione riguardante la Discarica Consortile situata in contrada Santa Lucia di Atri,   sono caduti i veli di parole dietro le quali si nasconde il volto contraddittorio della maggioranza.

Il colle di Santa Lucia, lo ricordiamo, è ricoperto da oltre 500.000mc di rifiuti, è stato oggetto di sequestri da parte dei NOE, ha causato condanne e prescrizioni in due diversi processi, ha prodotto (con il benestare di molti ex-amministratori comunali) inquinamento incontrollato per anni  ed, oramai saturo , rappresenta un concreto problema per la salute del nostro territorio per i prossimi anni.
La vicinanza con Oasi dei Calanchi e con  Aziende Agricole di elevata qualità per produzioni IGP, rendono la questione “discarica” ancor più complessa.
Il sito è stato riaperto, grazie ad una vecchia autorizzazione, per volontà del Sindaco Astolfi , nel 2015.

La nostra mozione (bocciata  con 11 voti contrari della maggioranza e 4 voti favorevoli  dell’opposizione) sarebbe stata un punto di partenza a  dimostrazione fattiva di quanto dichiarato dall’attuale Sindaco in campagna elettorale.
Eppure, con la sua maggioranza,  Ferretti ha deciso di dire un NO al futuro, bocciando la proposta sulla  promozione della bonifica e sul   confronto partecipativo con la cittadinanza e le associazioni ambientaliste.
E’ mancata quella sensibilità ambientale da parte dell’amministrazione, che permette di  riconoscere sulla  discarica di S.Lucia una vera e propria emergenza ambientale della nostra citta’.
Dire un semplice formale no all’ampliamento è come stendere un velo pietoso senza nulla operare di concreto su di una questione molto grave che ha caratterizzato la storia recente del nostro Comune , prescrivere le passate responsabilità dello scempio compiuto  diventandone complici.

Pur dichiarando a parole una convergenza nella ferma opposizione ad ogni possibile ampliamento della discarica, la mozione è stata bocciata per il voto contrario del  gruppo di maggioranza  ,che ha manifestato l’intenzione di presentare una propria mozione che propone l’istituzione di una Commissione formata da membri del gruppo consiliare di maggioranza e di minoranza; mozione che , secondo dichiarazione  degli organi di stampa, e’ scaturita dalla nostra mozione presentata nell’ultimo Consiglio Comunale.

Ci sembra a questo punto lecito chiederci  perche’, dopo 10 anni di silente amministrazione, la maggioranza abbia sentito il bisogno di una mozione a propria firma  solo dopo che noi abbiamo presentato la nostra richiesta di impegno
Non si poteva semplicemente emendare la nostra mozione con la loro proposta?
La bocciatura della nostra mozione ha qualcosa a che fare con le prossime elezioni regionali?
Il nostro Portavoce ha rifiutato la presidenza di tale eventuale commissione consiliare: accettare avrebbe significato acconsentire a ritirare la nostra mozione per accettare a scatola chiusa la loro.
Il Movimento 5 stelle di Atri e’ aperto al dialogo ed al confronto con tutte le forze politiche per la salvaguardia del nostro territorio ma , nel respingere a cuor leggero la nostra proposta senza nessuna discussione in sede di Consiglio Comunale ( unica sede di confronto da noi riconosciuta), la maggioranza forse ambisce a rivendicare una lotta contro la discarica che il movimento porta avanti con tenacia da anni ?
Se una battaglia è giusta ed i suoi obiettivi condivisi, non bisognerebbe avere il coraggio di votarla in Consiglio Comunale, anche se proposta dall’opposizione?

Con nostra grande soddisfazione abbiamo invece visto approvata , nonostante l’ astensione della maggioranza, la mozione con la quale abbiamo chiesto la trasmissione in diretta streaming delle sedute del Consiglio Comunale e delle Commissioni Consiliari .
Abbiamo ottenuto di poter garantire ai cittadini maggiore coinvolgimento e partecipazione alla gestione della cosa pubblica.
Si tratta di un passo importante nella direzione della trasparenza e dell’informazione che fa  sì che tutti possano monitorare l’operato degli amministratori da loro eletti.
Lo stesso Consiglio del 30 Agosto è stato trasmesso in streaming.

Poiché sono molte le problematiche che necessitano di rapida soluzione, la nostra attività prosegue instancabile: è stata depositata venerdì 31 agosto, una nuova interpellanza relativa alla necessità del dislocamento dell’autorimessa TUA attualmente in Via Colle Maralto, zona  abitata ed unica via di accesso al cimitero comunale.
Oltre al pericolo per la salute pubblica rappresentato dalle emissioni di gas di scarico e dall’inquinamento acustico, esistono pericoli concreti derivanti dalle manovre di entrata ed uscita degli automezzi. Diversi incidenti si sono verificati in passato, il più grave dei quali è costato la vita ad una signora in transito pedonale in uscita dal cimitero.
Siamo, tra l’altro, in attesa di una risposta ad una  nostra interpellanza a risposta scritta , presentata il 12 luglio scorso , in merito allo stato di avanzamento dei lavori presso l’edificio della scuola elementare, anche questa questione annosa e poco chiara.
Il nostro lavoro proseguirà in questa direzione: ci occuperemo delle problematiche importanti della nostra città e del nostro territorio cercando di capire dove affondino le radici e soprattutto quali siano le soluzioni più rapide e concrete, incentivando l’amministrazione ad adottarle

 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: