Lettera aperta di Fratelli d’Italia al Vescovo della Diocesi Teramo-Atri sul degrado dell’ex Seminario in Piazza Duomo

Come molti sapranno, il 14 Agosto 2018, Lei verrà ad Atri per la solenne apertura della Porta Santa.

L’intera comunità diocesana gradirà la sua presenza per questo evento, così come gradirà la riapertura della Blorenzo-leuzzi-1280x640asilica.

Non sappiamo quante volte Lei sia stato nella nostra cittadina ma sicuramente saprà che al lato della Cattedrale c’è un palazzo di proprietà della Chiesa.

I piani superiori di questo palazzo sono da tanto tempo chiusi, tranne i locali commerciali dai quali la Curia incassa canoni di locazione.

Lungi da noi a voler fare i conti in tasca ad alcuno ma per una volta due conti li vogliamo fare.

Le casse della Curia che Lei guida, incassano circa 70000 euro annui che, moltiplicati per 10 anni, ammontano ad una bella sommetta.

Anche la Chiesa, come tutti noi, piange miseria. Mala tempora currunt, purtroppo…

Questo palazzo di proprietà della Curia in un lato è puntellato da un’incauta impalcatura e purtroppo non sappiamo in che stato versa l’intero edificio.

Se Ella (e chi l’ha preceduta) avesse destinato almeno una parte dei canoni di locazione incassati (e che continuerà ad incassare) sicuramente ci avrebbe risparmiato lo spettrale spettacolo che questo palazzo “offre” ai turisti e, malgrado tutto, a noi semplici cittadini.

Forse saprà che l’amministrazione comunale sta tentando di rivitalizzare il centro storico perciò non si potrà prescindere dal riutilizzo di questo magnifico edificio ubicato nel cuore di Atri.

Ci permettiamo di suggerirle una cosa: il 14 Agosto 2018, si fermi qualche ora in più, parli con il Sindaco Ferretti di quali e quante iniziative avviare per dare uno “spazio nuovo” al palazzo.

Lo scriviamo noi di Fratelli d’Italia, circolo di Atri, ma è l’intera comunità atriana che lo chiede.

 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: